Gli aerei distrutti in un aeroporto in Crimea potrebbero essere la più grande perdita dell'aviazione militare russa dalla seconda guerra mondiale

Di: Maksim Panasovskyi | 12.08.2022, 15:55
Gli aerei distrutti in un aeroporto in Crimea potrebbero essere la più grande perdita dell'aviazione militare russa dalla seconda guerra mondiale

La situazione alla base aerea in Crimea, avvenuta il 9 agosto continua a creare nuove occasioni di informazione. CNN afferma che l'aereo distrutto potrebbe essere la più grande perdita dell'aviazione militare russa dalla seconda guerra mondiale.

Ciò che è noto

CNN scrive che "almeno sette aerei militari" Su-24 e Su-30 furono distrutti nell'aeroporto a seguito di una serie di esplosioni, citando l'ex pilota dell'aeronautica australiana Peter Layton (Peter Layton). Lo specialista ha notato che altri due aerei sono stati danneggiati.

Allo stesso tempo, lo stato maggiore delle forze armate ucraine nel riepilogo quotidiano delle perdite dell'esercito russo ha aggiunto nove aerei. Dopo la pubblicazione di nuove immagini satellitari apparso informazioni su 17 (o 18) aeromobili e 6 elicotteri. Solo la Russia ora può conoscere le cifre esatte, ma, ovviamente, non condividerà tali dati. A proposito, la propaganda russa afferma che tutti gli aerei sono intatti.

Anche quello che è successo all'aeroporto in Crimea non è esattamente noto. In Russia si dice che la causa di una serie di esplosioni sia stata la detonazione di razzi per aerei a causa della negligenza del personale militare. Il Ministero della Difesa ucraino concorda ironicamente con questa versione.

Fonte: CNN

Immagine: Hub aerotemporale

Per chi vuole saperne di più: