La Bielorussia ha ricevuto i lanciarazzi multipli Polonez-M, che possono utilizzare missili con una gittata fino a 300 chilometri e testate nucleari.

Di: Maksim Panasovskyi | 17.11.2023, 12:32
La Bielorussia ha ricevuto i lanciarazzi multipli Polonez-M, che possono utilizzare missili con una gittata fino a 300 chilometri e testate nucleari.

Le Forze Armate della Bielorussia hanno ricevuto un nuovo complesso di razzi a lancio multiplo Polonez-M. Lo ha riferito il Ministero della Difesa del Paese su Facebook.

Ecco cosa sappiamo

Il "Polonez-M" si basa sul sistema di lanciarazzi multipli Polonez . È stato mostrato per la prima volta nel 2015 e un anno dopo è entrato in servizio con l'esercito della Repubblica di Bielorussia. Recentemente, l'autoproclamato presidente Alexander Lukashenko ha annunciato l'intenzione di equipaggiarlo con armi nucleari tattiche russe.

Per quanto riguarda il Polonez-M, il lanciarazzi multiplo modernizzato è uno dei componenti della deterrenza strategica. I suoi obiettivi sono i depositi di munizioni, gli accumuli di attrezzature e la manodopera nemica.

Secondo un comunicato del ministero della Difesa bielorusso, il Polonez-M è in grado di sferrare simultaneamente un attacco di precisione su otto obiettivi in un raggio fino a 300 km, utilizzando la navigazione satellitare. I bielorussi considerano il sistema come l'analogo del sistema missilistico statunitense HIMARS.

Non abbiamo informazioni sul missile stesso. La prima versione del sistema missilistico a lancio multiplo utilizzava gli A200 e A300 di produzione cinese. Entrambi i missili sono stati sviluppati dalla China Academy of Vehicle Technology e dispongono di un sistema di guida satellitare. La gittata è rispettivamente di 200 e 290 chilometri.