Recensione Xiaomi Redmi 10: il leggendario produttore di budget, ora con una fotocamera da 50 megapixel

Di: Nickolay Polovinkin | 23.10.2021, 19:45
Recensione Xiaomi Redmi 10: il leggendario produttore di budget, ora con una fotocamera da 50 megapixel

Lo Xiaomi Redmi 10 sembra essere un degno successore della dinastia, con la sua principale differenza dal modello precedente che forse è la fotocamera (ma ci sono un certo numero di altre piccole cose belle troppo). Sugli scaffali dei negozi, lo smartphone si trova in stretta concorrenza. Per il Redmi 10 (4/64GB) nel dettaglio ucraino ora chiedere circa 5.400 UAH. Nel supermercato online cinese, lo stesso costa 169 dollari, cioè rientra nella gamma a 200 dollari. Chi sono i leader lì? Penso che Realme 6, ma ora è un po' più costoso. Ma per circa lo stesso prezzo è possibile ottenere il Redmi Note 9 in un bundle 4/128. Oh, e il vicino di casa in cima sotto forma del Redmi Note 10 non è molto lontano. In una situazione come questa, è necessario guardare attentamente le offerte specifiche dei venditori (comprese le offerte promozionali). Essi, con un buon sconto, possono confondere tutti i nostri calcoli qui esposti in un colpo solo. Questo per quanto riguarda i prezzi. E lo stesso Redmi 10 è più o meno quello che il Redmi 9 era l'anno scorso, senza alcuna svolta o migrazione verso un'altra classe. Non è il tipo di smartphone che si aggiorna dall'ultima generazione. Ma andrebbe bene come primo dispositivo per l'utente poco esigente o come sostituzione di un vecchio telefono economico.

5 motivi per comprare Redmi 10:

  • versatile, look solido;
  • fotocamera principale ad alta risoluzione e modalità di controllo dello scatto manuale;
  • slot separati per due schede SIM e MicroSD;
  • altoparlanti stereo e jack per cuffie;
  • ricarica abbastanza veloce, bassa autoscarica e funzione powerbank.

5 motivi per non comprare Redmi 10:

  • prestazioni scarse;
  • modeste capacità di ripresa video;
  • annunci di app di terze parti nell'interfaccia MIUI;
  • niente NFC.

Allora, buon anniversario? La decima generazione del famoso smartphone economico è pronta a prendere d'assalto il mercato. Cosa c'è di nuovo, rispetto al Redmi 9, e più in generale? In primo luogo, l'aspetto. Il lato posteriore è diventato più solido, il blocco con le fotocamere, come in copia con altre marche cinesi, si è spostato dal centro al bordo. All'esterno tutto è molto serio, anche se all'interno è abbastanza un tipico dispositivo di bilancio. A parte il fatto che ora ha una fotocamera principale da 50MP, non proprio tipica della classe finora, invece dei 13MP del suo predecessore. La fotocamera frontale si è spostata dal ritaglio al foro, la piattaforma Mediatek è stata leggermente aggiornata, e un secondo altoparlante si è fatto sentire. Questo sembra essere ora. L'aggiornamento è abbastanza nello spirito dei tempi. Non è una cattiva opzione per coloro che stanno cercando uno smartphone economico e più o meno avanzato e si fidano del marchio Xiaomi.  

Cosa c'è nella scatola?

Oltre allo smartphone e al cavo di ricarica, la scatola è stata accuratamente imballata con un buon caricatore che produce fino a 22,5 W e una bella custodia trasparente in silicone molto denso. Il manuale, la scheda di garanzia e una graffetta per rimuovere il vassoio SIM sono in una busta separata. Il display è già coperto da una pellicola protettiva, che è sottile e invisibile.

Recensione Xiaomi Redmi 10: il leggendario produttore di budget, ora con una fotocamera da 50 megapixel-2

Che aspetto ha?

Sorprendentemente austero e solido. Infatti, in termini di design, ha senso solo valutare il pannello posteriore, ed è diventato molto più fresco e moderno del Redmi 9. Per quanto riguarda il pannello frontale, possiamo dire che il ritaglio a forma di goccia per la fotocamera frontale è passato di moda, lasciando il posto a un foro rotondo nel display.

Recensione Xiaomi Redmi 10: il leggendario produttore di budget, ora con una fotocamera da 50 megapixel-3

Il lato posteriore è il più esaminato. Basta guardare questo apparecchio fotografico! Il sistema fotografico AI-CAM non è uno scherzo, i cinesi sanno come pubblicizzarlo. Una delle telecamere è visivamente delineata con una cornice separata ed è firmata come 50 megapixel. Solo fisicamente in questo luogo non c'è ma 8-megapixel ultra-wide-angle camera, il modulo principale è modestamente nascosto sotto. È una cosa divertente, però.

Recensione Xiaomi Redmi 10: il leggendario produttore di budget, ora con una fotocamera da 50 megapixel-4

La cover posteriore è in plastica, splendidamente luccicante quando la giri, liscia, moderatamente pratica. La polvere si attacca facilmente e non rimane quasi nessuna impronta. Noi abbiamo la versione grigia, ma saranno disponibili anche il bianco e il blu. È abbastanza austero e dai colori neutri, nessun "acido". 

Recensione Xiaomi Redmi 10: il leggendario produttore di budget, ora con una fotocamera da 50 megapixel-5

Redmi 10 ha un chip popolare al giorno d'oggi - suono stereo, cioè entrambi gli altoparlanti principali e parlanti giocano durante la riproduzione audio. La sua implementazione è qui insolita: ci sono dei fori aggiuntivi per l'altoparlante nella parte superiore. Il suono proviene da entrambi e, in effetti, dalla fessura dell'altoparlante del talkback stesso. Accanto a loro, sullo stesso bordo superiore, ci sono una porta IR per il controllo della tecnologia, un jack per le cuffie e un microfono aggiuntivo. Il microfono principale e l'altoparlante principale si trovano all'estremità opposta (cioè più in basso), affiancati dalla presa USB-C. Sul bordo sinistro del telaio troverete uno slot per la scheda SIM, mentre sul bordo destro c'è l'immutato, da diverse generazioni ormai, design Redmi del bilanciere del volume e del pulsante di accensione. La novità è che il pulsante di accensione ha ora un lettore di impronte digitali integrato. Personalmente, questa implementazione mi piace molto di più di questi vostri nuovi sensori sub-schermo, possiamo discuterne nei commenti.

Quanto è buono lo schermo?

I display con una risoluzione inferiore al FullHD sono ora solo nel segmento più economico. Il Redmi 10 è ancora più fresco, con una risoluzione matura di 1080x2400, e una frequenza di aggiornamento di 90Hz è in tendenza. Se volete, potete limitarlo a 60 hertz nelle impostazioni per risparmiare energia. Lì puoi anche regolare la combinazione di colori, il tono dei colori, attivare la modalità di lettura o il tema scuro. Entrambi possono essere attivati manualmente o per programma. 

Le cifre di luminosità e contrasto sembrano tipiche per questo tipo di display. Forse anche più luminoso del modello precedente, con il Redmi 10 che vanta un massimo di 400 nits e la possibilità di abbassare la retroilluminazione a un livello comodo per la lettura al buio. Confrontando il display con la versione precedente, vale la pena notare la fotocamera frontale, di cui abbiamo già parlato, si è spostata nel foro rotondo, e le proporzioni leggermente più allungate dello schermo stesso. 

Che dire di prestazioni, memoria, suono e durata della batteria?

Il Redmi 10 può essere classificato come uno smartphone "advanced entry-level class". Cioè, è abbastanza potente da non affaticare l'utente medio con i freni. Il chipset MediaTek Helio G88 ha sei core Cortex-A55 in esecuzione a 1.8GHz e altri due core Cortex-A75 a 2GHz. Nel ruolo di processore grafico è usato Mali-G52 MC2. Nei test il quadro è prevedibile, i punteggi sono bassi. Nel lavoro quotidiano il potenziale proprietario di questo modello non avrà problemi, l'interfaccia funziona in modo responsabile, e in semplici giocattoli è abbastanza possibile giocare. 

La quantità di RAM corrisponde alla classe del dispositivo: 4 o 6 GB. Per informazioni di archiviazione può essere disponibile 64 o 128 GB, anche a seconda del pacchetto. La cosa buona è che è possibile espandere la memoria con una scheda microSD, e non a spese di una seconda scheda SIM, fortunatamente lo smartphone è dotato di tre slot separati. 

Recensione Xiaomi Redmi 10: il leggendario produttore di budget, ora con una fotocamera da 50 megapixel-74

La suite di comunicazione dà generalmente via la natura economica del Redmi 10. Non c'è supporto per il Wi-Fi 6 e le reti mobili di quinta generazione, così come l'NFC. Quest'ultimo minaccia di essere un semaforo rosso per alcuni quando si prende una decisione di acquisto. Ma il quinto Wi-Fi funziona su due bande, c'è il Bluetooth 5.1, la tradizionale porta a infrarossi Xiaomi per controllare la tecnologia e anche una radio FM con funzione di registrazione.

Le capacità audio dello smartphone si distinguono per gli altoparlanti stereo, di cui abbiamo già parlato sopra, e la presenza di un jack per le cuffie. Si può vedere che in assenza di protezione dall'umidità, il produttore non lesina sui fori della custodia.

La batteria da 5000 mAh supporta le modeste richieste dello smartphone non così a lungo: circa undici ore e mezza nel test PCMark. Separatamente, vorrei menzionare il consumo di energia in standby estremamente basso. È successo che il test del Redmi 10 ha dovuto rimanere inattivo per un po' accanto a diversi altri smartphone. E le cifre di carica rimanenti per alcuni giorni sono cambiate meno significativamente. Naturalmente, nessuno compra uno smartphone solo per averlo su uno scaffale con la batteria carica, ma il segnale in sé è buono. 

La ricarica è considerata veloce, ma non particolarmente impressionante per gli standard odierni. La batteria impiega 50 minuti per raggiungere il 50% della capacità, e ci vorrebbero quasi due ore per caricarla completamente. Ma qui c'è un trucco interessante: il buon Radmi 10 è pronto a condividere l'energia e caricare altri dispositivi. Per utilizzare lo smartphone come un powerbank di fortuna, avrai bisogno di un qualsiasi adattatore da USB-C a USB-A (non incluso). È possibile caricare altri smartphone Android così come gli iPhone o le cuffie in generale. 

E il firmware e l'interfaccia?

Il Redmi 10 esegue Android 11 con la shell MIUI 12.5. Lo smartphone viene precaricato con alcune applicazioni aggiuntive oltre a quelle di base: Netflix, Amazon, Ebay, Facebook e una mezza dozzina di giochi (da abbastanza casual a PUBG). Le applicazioni sono collocate sui desktop e raggruppate in cartelle. Una finestra dell'app può essere agganciata sopra le altre. Tradizionalmente per MIUI, il sistema ha un toolkit di rimozione dei rifiuti strettamente integrato. Ma la spazzatura visiva nel guscio non è diminuita. Personalmente, mi piace molto questa shell in molti modi, è cool, ma la fastidiosa offerta di installare programmi "raccomandati" infastidisce, fa infuriare e, apparentemente, farà infuriare nelle versioni future. Purtroppo, non c'è nemmeno la funzione di registrazione delle chiamate, che era una gioia negli smartphone Redmi delle versioni precedenti (non sono sicuro del nono, ma prima c'era).

A differenza della più economica linea Redmi A, gli smartphone della serie Redmi sono dotati di uno scanner di impronte digitali. Nella decima versione, questo scanner si è allontanato dal suo solito posto sul pannello posteriore ed è incorporato nel pulsante di accensione sul bordo laterale. Questa disposizione dello scanner non è molto comune negli smartphone, ma è abbastanza conveniente, ci si può abituare rapidamente. Lo scanner è veloce e senza problemi, nonostante la piccola area, funziona chiaramente, riconoscendo il vostro dito a diverse angolazioni. C'è una funzione di sblocco del viso. Funziona anche in modo rapido e sicuro, ma utilizza solo i dati della fotocamera, quindi la sicurezza di questo metodo è discutibile.

Come vanno le cose con la macchina fotografica?

Sì, siamo impressionati dall'esterno, grazie. Le telecamere sembrano abbastanza solide. Vediamo cosa possono fare. Il modulo principale ha ben 50 megapixel, un'apertura f/1.8, autofocus di fase e nessuna stabilizzazione. La seconda fotocamera vanta un angolo di vista di 120 gradi, ma ha solo 8 megapixel. Completano il set la fotocamera macro e il sensore di profondità di campo, 3 megapixel per fratello. Un flash LED prende il posto della quinta lente immaginaria. 

Recensione Xiaomi Redmi 10: il leggendario produttore di budget, ora con una fotocamera da 50 megapixel-163

L'interfaccia della fotocamera, tranne le modalità per foto e video, nel menu principale ci sono le voci Ritratto, Pro e Altro (questo menu può essere riconfigurato se si vuole). La prima alle immagini applicate all'effetto sfocatura, la terza ha raccolto le altre modalità (notte, slow motion, timelapse, panoramica, video breve e 50 megapixel), ma la seconda apre un sacco di possibilità. Così, l'interfaccia "professionale" permette di passare forzatamente a uno qualsiasi dei tre moduli della fotocamera (compresa la macro), regolare il bilanciamento del bianco (tramite preset o manualmente da 2000 a 8000K), regolare la velocità dell'otturatore (da 1/1000 a 30s), la sensibilità (50-6400 unità ISO), la compensazione dell'esposizione entro ±4 passi e anche la messa a fuoco manuale. Se volete affidarvi all'automazione, potete scegliere tra le modalità di misurazione media, ponderata al centro e spot. La modalità Exposure Error Detection che tratteggia le luci in tempo reale è utile, ma mi piacerebbe vedere anche un istogramma. La modalità da 50 megapixel si attiva con un solo tocco, senza clustering dei pixel, e aumenta la risoluzione da 3072x4080 a 6144x8160. 

In generale, i 50 megapixel del Redmi 10 sono una delle differenze quantitative più evidenti rispetto alla versione precedente (il Nove aveva un sensore da 13 megapixel e un obiettivo con apertura f/2.2). Ma è importante capire che il raggruppamento dei pixel va molto lontano nella lotta per la sensibilità alla luce, e si dovrebbe utilizzare la modalità 50 megapixel solo quando la scena è sufficientemente illuminata. Alla luce del giorno, il Redmi 10 scatta foto di qualità abbastanza buona, anche se mancano di nitidezza in alcuni punti. Le aberrazioni cromatiche nelle transizioni di contrasto sono quasi impercettibili, un vantaggio per l'ottica. In condizioni di scarsa luminosità, vengono fuori tutti i mali delle fotocamere economiche. Le automatiche, apparentemente, temendo di esagerare con il rumore a causa dell'alta sensibilità, aumentano la velocità dell'otturatore, e la mancanza di stabilizzazione porta al "tremolio". 

Lo zoom software, disponibile fino a 10x, non è molto convincente alle lunghe distanze. Anche 50 megapixel non aiutano, l'immagine è rumorosa e, mancando anche la stabilizzazione elettronica, anche traballante. 

Il modulo super grandangolare aggiunge un discreto 0,8x e permette di ottenere angoli più interessanti, soprattutto quando si riprendono oggetti grandi da una breve distanza. Naturalmente, con un sensore economico da 8 megapixel, è inferiore in qualità e dettaglio alla fotocamera principale. 

La macchina fotografica macro si distingue per la sua capacità di mettere a fuoco da una breve distanza: letteralmente da un paio di centimetri. Sono generalmente scettico sulle fotocamere macro negli smartphone economici (e quelli costosi di solito non le hanno), ma in questo caso devo sottolineare che è una cosa utile. Non perché sia particolarmente bello, ma perché le capacità macro della fotocamera principale sono piuttosto limitate. Giocare a catturare piccole cose è abbastanza possibile.

In modalità ritratto, è possibile separare più chiaramente il soggetto dallo sfondo con la sfocatura software. È più o meno credibile. Ecco come appare lo stesso scatto con e senza modalità ritratto.

I video possono essere girati a 720p o 1080p a 30fps. Nessun progresso qui rispetto al Redmi 9, nel frattempo una tacca in più rispetto al vecchio e moderno modello Redmi Note 10 che supporta il 4K. Ma oggi parliamo del normale Redmi 10. Che non ha alcuna capacità di stabilizzazione video, quindi risparmierò il vostro apparato vestibolare e non posterò un video campione girato durante la corsa. E se non corri e non pretendi troppo da un'unità da 170 dollari, puoi ottenere un'immagine accettabile anche di sera. 

Time Lapse funziona solo a 720p e solo a 120fps. Dopo la ripresa, è possibile selezionare quale parte del video deve essere riprodotta al rallentatore. Nell'esempio qui sotto potete vedere come appare il risultato in condizioni di scarsa luminosità.

La fotocamera anteriore, rendendo omaggio alla moda, nel 'Ten' è alloggiata in un foro circolare, non in un ritaglio come nel modello precedente. Ma esso stesso non sembra essere cambiato, sempre lo stesso 8 MP e ottica f/2.0.

Tre cose da sapere sul Redmi 10

  • è uno smartphone "budget avanzato" con un display LCD da 6,5 pollici;
  • gira su una piattaforma Mediatek Helio G88 snella ma non veloce;
  • vanta una fotocamera principale da 50 megapixel, ma manca di NFC.
Xiaomi Redmi 10 Specifiche
Display LCD, 6,5 pollici, 1080x2400 (aspect ratio 20:9), 405 ppi, refresh rate fino a 90 Hz
Corpo dimensioni: 162x75,5x8,9 mm, peso: 181 g
Processore 64-bit 12nm MediaTek Helio G88, 2x2.0 GHz Cortex-A75 + 6x1.8 GHz Cortex-A55, grafica Mali-G52 MC2
RAM 4 o 6GB
Memoria 64 o 128GB + MicroSD (slot separato)
Fotocamera

Principale: 50MP, f/1.8, PDAF, video 1080p@30, 720pp@30;
ultra grandangolo: 8MP f/2.2 con 120˚ angolo di vista;
macro: 2MP, f/2.4;
sensore di profondità: 2MP, f/2.4;
fotocamera frontale: 8 MP f/2.0, 1080p@30 video;

Tecnologie wireless Wi-Fi 802.11 b/g/n/ac (2.4 e 5 GHz), Bluetooth 5.1 LE, porta IR, radio FM.
Sicurezza Scanner di impronte digitali integrato nel pulsante di accensione.
GPS GPS, A-GPS, GLONASS, Galileo, BDS
Batteria 5000 mAh, non rimovibile; ricarica veloce 18W, ricarica inversa 9W
Sistema operativo Android 11 + MIUI 12
Scheda SIM 2xNanoSIM 

Per chi vuole saperne di più

  • 1111