Recensione AGM H3: smartphone rugged con fotocamera per la visione notturna

Di: Nickolay Polovinkin | 10.11.2021, 00:00
Recensione AGM H3: smartphone rugged con fotocamera per la visione notturna

Uno smartphone con una fotocamera per la visione notturna è una trovata di per sé, e ancora di più per duecento dollari. Qual è la fregatura? Naturalmente, la fotocamera stessa non è una termocamera, ma un semplice illuminatore IR (non meno raro negli smartphone). Altrimenti, l'AGM H3 sembra un tipico telefono economico rugged. Ben protetto: oltre al livello di protezione IP68 già abbastanza popolare negli smartphone, è conforme a IP69K e MIL-STD-810H. Ma è anche budget-friendly: un display HD da 5,7 pollici, un piccolo processore MTK6762 e l'unico bundle con 4GB di RAM e 64GB di storage. Se stai cercando uno smartphone economico ma robusto con la capacità di scattare nel buio totale (anche se nuvoloso e monocromatico), allora è sicuro di prendere. Se stai cercando un "telefono a batteria" sicuro, non è qui, beh, se hai dubbi, continua a leggere, ti dirò tutto in dettaglio. 

3 motivi per comprare AGM H3:

  • forte protezione del corpo contro le cadute, la polvere e l'umidità, compresi i getti d'acqua calda;
  • insolita telecamera notturna con illuminazione IR;
  • NFC e supporto per schede di memoria.

3 ragioni per non comprare l'AGM H3:

  • non hai bisogno di un dispositivo così sicuro in linea di principio;
  • hai bisogno di uno smartphone più potente;
  • ci sono seri requisiti per la fotocamera principale. 

Cosa c'è nella scatola?

Aspetta, lasciami dire qualcosa sulla scatola stessa. Fa sembrare delicata e affascinante la maggior parte delle confezioni degli smartphone, e la scatola stessa è un esempio di brutalità: cartone spesso e ruvido, design semplice. Lo smartphone viene fornito con un caricatore, un cavo, un adattatore da USB-C a cuffie e una graffetta per rimuovere il vassoio. La carta straccia inclusa è minima, molto spartana. Caso incluso? Non essere ridicolo, questo smartphone non ha bisogno di custodie (ancora esistono). C'è una semplice pellicola protettiva sullo schermo.

Recensione AGM H3: smartphone rugged con fotocamera per la visione notturna -2

Che aspetto ha?

Oh sì, in contrasto con i tipici smartphone moderni, disegnati come una copia, ecco qualcosa da guardare. Il pannello frontale dell'AGM H3 è fatto nello spirito dei giorni "pre-Desrama", con una grande griglia dell'altoparlante che occupa spazio sotto lo schermo e una lunetta vecchia scuola che contiene l'altoparlante talkback, la fotocamera frontale e i sensori può essere vista in alto. 

Recensione AGM H3: smartphone rugged con fotocamera per la visione notturna -3

Il telaio perimetrale è coperto da un materiale polimerico resiliente, progettato per assorbire l'energia di una caduta. La cornice stessa sporge leggermente sopra il display in modo che in caso di caduta "in faccia" il vetro non tocchi la superficie (a condizione, ovviamente, che sia piatta). Gli angoli sono dotati di protezioni aggiuntive, come quelle che si trovano nelle custodie protettive per gli smartphone ordinari, ma qui sono integrate nella custodia.

Sul lato sinistro del telaio c'è un pulsante arancione separato (una delle azioni può essere assegnata ad esso, vi dirò di più), una porta USB-C coperta da un tappo di gomma, e uno slot per schede SIM. Sul lato destro dello smartphone, c'è un pulsante di accensione e un doppio pulsante di controllo del volume. Tutti i pulsanti sono di plastica e si premono con una forza piacevole e un clic chiaro. 

L'elemento principale del pannello posteriore è l'unità fotografica rotonda. Tutti sono coperti da un vetro comune, la cornice intorno al suo perimetro sporge anche leggermente al di sopra della superficie. Le telecamere sono tre, completate per simmetria da un flash LED. Tra le telecamere e il logo c'è uno scanner di impronte digitali. Parte della superficie del pannello posteriore è coperta da una plastica opaca (completamente non-marcante) e parte da un'insolita texture scanalata. Apparentemente, per resistere allo scivolamento del dispositivo nella mano. Resiste davvero bene ed è piacevole al tatto. Le strisce arancioni nel tono del pulsante e la lunetta dell'unità della fotocamera giocano un ruolo decorativo e rendono lo smartphone più evidente. Se cade nella terra, per esempio.

Recensione AGM H3: smartphone rugged con fotocamera per la visione notturna -18

Quanto è buono lo schermo?

Diciamo solo che il display non è il punto forte di questo dispositivo. Con una diagonale di 5,7 pollici, lo schermo IPS ha una risoluzione di soli 1440x720, senza regolazioni di colore. C'è un'opzione nell'interfaccia per accendere la "luce notturna" (filtro a spettro blu), manualmente o su un programma. Tuttavia, questa funzione taglia la parte blu dello spettro così attivamente che lo schermo torna al rosso, e la bassa frequenza di aggiornamento diventa particolarmente evidente quando si scorre il testo. C'è un sensore di luce e una modalità corrispondente di regolazione automatica della luminosità. La luminosità stessa è abbastanza sufficiente, il suo livello massimo è abbastanza alto per lavorare in piena luce, e il minimo è comodo per leggere al buio. 

Recensione AGM H3: smartphone rugged con fotocamera per la visione notturna -19

Che dire di prestazioni, memoria, suono e durata della batteria?

L'AGM H3 è basato sulla piattaforma Mediatek Helio P22. È un chip a 12nm di tre anni fa con quattro core Cortex-A53 che funzionano fino a 2GHz e altri quattro a 1.5GHz. Negli ultimi due anni si è visto molto negli smartphone sicuri, ma giusto per farvi capire il livello di prestazioni, uno dei primi dispositivi alimentati da Helio P22 è stato il Redmi 6 nel 2018. L'AGM H3, tuttavia, è abbastanza veloce. Mentre ci sono state serie lamentele sulle prestazioni di alcune "auto blindate" sullo stesso MT6750, la situazione è migliore con l'MT6762, il processore video PowerVR GE8320 permette di giocare a semplici giochi senza freni evidenti. Nei test i risultati sono prevedibilmente bassi, ma tali dispositivi non vengono acquistati per misurare i record nei benchmark. In contrasto con le basse prestazioni la scena è alta stabilità: lo smartphone non è quasi riscaldato durante il funzionamento, la frequenza della CPU non è tagliata dal trattling e non scende sotto il 94%. 

Opzioni di memoria che ho già menzionato, ce n'è solo una disponibile, con 4GB di RAM e 64GB di storage. C'è uno slot per schede di memoria, ma è ibrido, il che significa che utilizza una scheda microSD o una seconda scheda SIM.

Recensione AGM H3: smartphone rugged con fotocamera per la visione notturna -42

Le capacità di comunicazione dello smartphone non sono andate molto lontano dal 2018, anche se non ci sono state molte novità in questo settore da allora. Qui abbiamo 4G/LTE, Wi-Fi 802.11ac dual-band e Bluetooth 5.0, ci sono GPS, GLONASS e BDS, e la presenza di NFC è piacevole. Non c'è un jack per le cuffie, che è atipico per uno smartphone economico, ma logico per un dispositivo resistente all'acqua: meno buchi ci sono, meglio è. Divertentemente, lo smartphone ha una radio FM, che, quando si accende, richiede di collegare le cuffie per usarle come antenna. Usare un adattatore USB non risolve il problema. Tuttavia, questo bug ha afflitto questo tipo di smartphone anno dopo anno.  

La batteria dell'AGM H3 ha una capacità di 5400 mAh. Non è un enorme "telefono a batteria", ma può caricare altri gadget. Si può usare qualsiasi adattatore adatto per questo, ma non c'è niente del genere nel kit. Per quanto riguarda l'autonomia dello smartphone stesso, non è un record, nonostante le basse prestazioni. Ma il dispositivo è relativamente sottile e leggero. Naturalmente, se lo si confronta con altri modelli di questa classe, e non con semplici smartphone senza pretese di protezione. 

Anche la protezione della custodia è degna di nota. Lo standard IP68 non è raro negli smartphone, e in modelli come l'AGM H3 "funzionante" è addirittura onnipresente. Garantisce una protezione totale contro la polvere e può essere immerso in acqua fino a un metro di profondità per non più di 30 minuti. Lo sappiamo, quindi non è una sorpresa che i produttori stiano andando avanti. Il nostro eroe oggi vanta una protezione IP69K, cioè contro i potenti getti d'acqua calda. Guarda, è probabilmente lo smartphone perfetto per un idraulico che ha a che fare con tali sfide più spesso dei semplici mortali. Lo smartphone è anche certificato MIL-STD-810H. Questa è l'ultima revisione del popolare standard dell'industria militare statunitense, e include test per temperature alte e basse, shock termico, umidità, pioggia e condizioni di nebbia salina. 

E il firmware e l'interfaccia?

L'AGM H3 esegue Android 11 con una shell... ehm, non so come si chiama, ma qualcosa di molto simile si trova su molti dispositivi cinesi di questo piano. Tutto è abbastanza semplice e utilitaristico, non c'è nulla di superfluo, ma non cercate nemmeno funzioni avanzate. Le applicazioni installate sono disponibili nel pannello generale, che si apre con uno swipe dal basso, è possibile organizzarle sul desktop e raggrupparle in cartelle. 

C'è una funzione per personalizzare il pulsante laterale arancione. Di default fa apparire la fotocamera, ma si può riprogrammare per far apparire il lettore musicale, l'app Zello pre-installata o accendere la torcia. In quest'ultimo caso, il pulsante deve essere premuto e tenuto premuto, quindi non dovrebbero esserci falsi positivi. I pulsanti hardware sono molto rilevanti per uno smartphone di questo tipo. A mio parere, lo scopo praticamente più utile del pulsante aggiuntivo potrebbe essere la torcia, perché in questo modo è possibile accenderla al tatto, con guanti ruvidi o mani bagnate. 

Recensione AGM H3: smartphone rugged con fotocamera per la visione notturna -97

A proposito, a parte Zello, lo smartphone ha di default solo una bussola, una radio (che non funziona senza cuffie) un gestore di schede SIM e la suite di app standard di Google, nemmeno la propria galleria multimediale. Una festa per gli amanti del minimalismo.

Per sbloccare il dispositivo, c'è uno scanner di impronte digitali veloce e di alta qualità situato sul retro della custodia. In alternativa, il riconoscimento del volto dalla fotocamera frontale, come nella maggior parte degli smartphone moderni.

Recensione AGM H3: smartphone rugged con fotocamera per la visione notturna -98

Qual è il problema con la macchina fotografica?

La fotocamera è una delle caratteristiche più interessanti dell'AGM H3. E ciò che ci interessa prima di tutto non è il modulo principale da 12 megapixel, ma l'insolita fotocamera per la visione notturna dotata di illuminazione a infrarossi e un sensore da 13 megapixel. Questi sono completati da una fotocamera macro da 2 megapixel. 

Recensione AGM H3: smartphone rugged con fotocamera per la visione notturna -99

Diamo un'occhiata più da vicino a ciascuno di essi, ma prima esploriamo l'interfaccia dell'app di ripresa. È piuttosto ascetico, con le modalità foto, video, ritratto e breve video sullo schermo principale. Ci sono filtri fotografici sia per la fotocamera principale che per quella anteriore, così come un discreto numero di piccole impostazioni in un menu separato. 

Il sensore principale da 12 megapixel mostra risultati tipici della sua classe. Con una luce sufficiente, non è affatto male. In condizioni più difficili, la fotocamera ha un tempo più difficile con il controluce, anche l'HDR non aiuta. Quando si scatta da una breve distanza, la sfocatura dello sfondo è evidente.

Di notte vediamo tutti i difetti delle fotocamere economiche, il rumore e i tempi di posa lenti fanno il loro lavoro. Gli esempi qui sotto hanno delle filigrane su alcune delle foto. Non allarmatevi, sono spenti, ma sono abilitati di default e disabilitati dall'interruttore non ovvio "cattura dell'acqua", quindi non ci ho fatto subito caso e ho lasciato i segni su molti degli scatti di prova.

In assenza di una fotocamera grandangolare le opzioni di zoom sono piuttosto modeste, con uno zoom software disponibile da 1x a 4x. E giustamente, perché non ha senso ingrandire ulteriormente un'immagine del genere. Nelle impostazioni è possibile attivare la stabilizzazione, ma è, ovviamente, elettronica e non influenza radicalmente le possibilità di ripresa.

Ora il più interessante: la telecamera notturna. Chiarisco ancora una volta: non si tratta di una termocamera come nel CAT S60, ma semplicemente di un'illuminazione a infrarossi, che si può vedere nelle telecamere a circuito chiuso. Con una luce sufficiente, questa fotocamera scatta a qualsiasi distanza, il risultato è simile a uno scatto normale al quale è stato applicato un interessante filtro in bianco e nero. La sua piena funzionalità si rivela nella completa oscurità: può vedere tutto ciò che gli altri non possono, ma solo all'interno dell'area illuminata, che si trova a 2-3 metri dall'obiettivo. L'immagine, nonostante il sensore da 13 megapixel, non è abbastanza dettagliata, inoltre questa fotocamera non ha l'autofocus. Nella galleria qui sotto, potete vedere un paio di foto scattate con la fotocamera principale e quella notturna nelle stesse condizioni.

La funzione è interessante e unica nonostante la sua semplicità. Un'altra domanda è: perché ne avete bisogno? Anche nell'oscurità totale si può scattare con un flash, e l'immagine sarà colorata e di qualità superiore. Fotografia discreta? Inoltre non è un argomento, perché i LED rossi brillanti possono mettere seriamente in imbarazzo la tua fotocamera. In mezzo, è una buona scelta per la registrazione discreta nella completa oscurità. La luce non avrebbe spaventato gli animali selvatici o svegliato un bambino. Sentitevi liberi di postare le vostre idee nei commenti su come usare questa macchina fotografica.

Ora, abbiamo ancora una macchina fotografica macro. Ha due megapixel e può mettere a fuoco da una distanza di circa tre centimetri. Non è male per i suoi parametri, ma richiede un'ottima illuminazione. E la risoluzione, sapete.

AGM H3 è solo in grado di girare video a 30 fps, la risoluzione massima è FullHD. Nelle impostazioni si può anche impostare una risoluzione inferiore: HD (1280x720), VGA (640x480) e persino CIF (352x288). Questi ultimi due sembrano piuttosto esotici in uno smartphone moderno. Le riprese video sono possibili sia con il modulo principale, sia con la telecamera notturna e persino con quella macro. In tutti i modi tranne che in macro, è disponibile lo zoom digitale quadruplo.

La fotocamera frontale è di 8 megapixel, ma per il resto, le sue caratteristiche e impostazioni sono le stesse della fotocamera principale. I video possono anche essere girati con una risoluzione fino al FullHD, non c'è controllo del frame rate.

In poche parole,

AGM H3 sarebbe un "telefono blindato" abbastanza tipico se non fosse per la caratteristica unica della fotocamera notturna. Anche se controverso da un punto di vista pratico, è insolito e non ha un sostituto adeguato negli smartphone convenzionali. Se lo vuoi, prendi e non preoccuparti della concorrenza. Ma se iniziamo a confrontare il dispositivo con altri senza questa curiosa fotocamera, troviamo, per esempio, più conveniente Doogee S58 con caratteristiche molto simili o Oukitel WP9 c più recente hardware (Helio P60), ma ancora un po' più economico. A proposito, AGM ha recentemente presentato il suo modello di punta Glory, che oltre all'infrarosso ha una telecamera termica completa. Ma per un prezzo completamente diverso. Scegliete in base alle vostre priorità.  

Recensione AGM H3: smartphone rugged con fotocamera per la visione notturna -226

Tre cose da sapere sullo smartphone AGM H3

  • è uno smartphone robusto, a prova di polvere, umidità e urti con un display da 5,7";
  • ha una fotocamera da 13MP con illuminazione a infrarossi (più altre fotocamere regolari e macro); 
  • ha prestazioni modeste e una durata media della batteria. 
Specifiche AGM H3
Display LCD, 5.7 pollici, 1720x1440 
Case dimensioni: 168x78x14.1 mm, peso: 248 g
Processore 64-bit 12nm MediaTek Helio P22, 4x2.0 GHz Cortex-A53 + 4x1.5 GHz Cortex-A53, grafica PowerVR GE8320
RAM 4GB
Memoria 64GB + microSD (slot ibrido)
Fotocamera

Principale: 12MP, f/2.8, PDAF;
Night: 13 MP f/2.8 illuminato a infrarossi, senza autofocus;
macro: 2 MP, f/2.8;
front: 8 MP f/2.8,
video: 1080p, 720p, VGA, CIF, 30 fps;

Tecnologie wireless Wi-Fi 802.11 b/g/n/ac (2,4 e 5 GHz), Bluetooth 5.0, NFC, radio FM (disponibile nominalmente, ma richiede un jack per cuffie, che non è strutturalmente fornito) .
Sicurezza Scanner di impronte digitali sul pannello posteriore
GPS GPS, A-GPS, GLONASS, Galileo, BDS
Batteria 5000 mAh, non rimovibile, ricarica inversa.
Sistema operativo Android 11
Scheda SIM 2xNanoSIM (slot ibrido)

Per chi vuole saperne di più