Apple pagherà ai dipendenti 30 milioni di dollari per risolvere la causa sulla politica di ricerca

Di: Yuriy Stanislavskiy | 15.11.2021, 14:04
Apple pagherà ai dipendenti 30 milioni di dollari per risolvere la causa sulla politica di ricerca

Apple ha accettato di pagare 30 milioni di dollari per risolvere una causa dei dipendenti che sostengono di essere stati costretti a sottoporsi a perquisizioni delle borse dopo l'orario di lavoro. Questo arriva dopo più di otto anni di contenzioso iniziato nel 2013. Apple ha invertito la controversa politica del "bag search" (leggi ricerche) nel 2015.

Background

Nel 2013, i dipendenti dei negozi Apple hanno intentato una class action contro Apple, sostenendo che prima di lasciare il lavoro erano costretti a passare attraverso un processo di perquisizione, tra cui perquisizioni di borse, borsette, zaini, valigette e dispositivi personali Apple.

Nella causa, i dipendenti hanno detto che a volte hanno dovuto aspettare fino a 45 minuti dopo il loro turno per finire la ricerca, e non sono stati pagati per questo tempo. Apple ha sostenuto che le perquisizioni erano necessarie per assicurarsi che i dipendenti non rubassero i prodotti. In particolare, secondo la causa, Tim Cook non sapeva quasi nulla della politica, e quando due dipendenti si sono lamentati direttamente con lui, ha inoltrato una lettera ai dirigenti delle risorse umane chiedendo "È vero?".

Nel 2015, un giudice californiano ha respinto la causa della class action, ma questa decisione è stata appellata. La Corte d'Appello del Nono Circuito degli Stati Uniti ha poi chiesto alla Corte Suprema della California di chiarire la legge. Nel febbraio 2020, la Corte Suprema della California ha stabilito che Apple deve pagare i dipendenti interessati per le "ore di lavoro" trascorse nelle ricerche.

Bottom line

Apple ha ora accettato di pagare 29,9 milioni di dollari ai dipendenti dei suoi negozi in California dove la politica era in vigore. L'accordo tra Apple e la classe di querelanti deve essere approvato da un giudice della corte distrettuale degli Stati Uniti. La classe dei querelanti in questa causa comprende 12.000 dipendenti attuali ed ex dipendenti dei negozi Apple. Quindi, non aspettatevi molto in termini di accordi con così tante "vittime".

Fonte: bloombergcourthousenews9to5mac

Illustrazione: Jimmy Jin