Cella fotovoltaica e batteria in uno: il futuro delle centrali solari

Di: Yuriy Stanislavskiy | 22.11.2021, 18:40
Cella fotovoltaica e batteria in uno: il futuro delle centrali solari

Fino ad ora, le centrali solari hanno richiesto enormi serie di batterie, ma presto la necessità di batterie potrebbe scomparire. Ricercatori cinesi hanno inventato un dispositivo in grado di "catturare" la luce solare, convertirla in elettricità e immagazzinarla nella sua struttura.

I dispositivi fotovoltaici che convertono l'energia luminosa in elettricità costituiscono la spina dorsale delle tecnologie energetiche alternative. Ma spesso devono essere collegati a batterie che immagazzinano l'energia generata, poiché il flusso della luce solare è instabile durante il giorno.

In un nuovo sviluppo riportato dall'American Physical Society, i ricercatori hanno creato un dispositivo in grado di convertire la luce solare in elettricità e contemporaneamente immagazzinare l'energia risultante. Gli elettroni "eliminati" dai quanti di luce possono essere trattenuti dal dispositivo per almeno una settimana, dopodiché iniziano a "fuoriuscita" nell'ambiente.

Lo sviluppo si basa su diseleniuro di tungsteno - un materiale semiconduttore - e ossido di titanio di stronzio (STO) - un conduttore trasparente. Sulla superficie di STO, i fisici hanno creato un "gas elettronico" bidimensionale (uno stato in cui gli elettroni si muovono liberamente e indipendentemente) trattando la superficie del materiale con metodi speciali. Questo approccio innovativo consente al dispositivo di acquisire nuove proprietà.

Tale dispositivo è anche in grado di funzionare come memoria ottica. Le informazioni possono essere inserite in esso utilizzando un impulso luminoso e memorizzate fino a quando non devono essere lette sotto forma di impulso di corrente elettrica.

Una fonte: aps.org