La Cina adotta la propria legge GDPR

Di: Yuriy Stanislavskiy | 24.11.2021, 13:02
La Cina adotta la propria legge GDPR

Con l'adozione della nuova legge sulla privacy, la Cina è diventata il secondo grande attore dopo l'Europa a formulare le proprie regole in questo settore.

Cosa c'è dentro la legge?

La nuova legge è vista dagli esperti informatici come la versione cinese del Regolamento generale europeo sulla protezione dei dati (GDPR). Si tratta di un insieme di regole che regolano la raccolta, l'uso, l'elaborazione, lo scambio e il trasferimento di dati personali da parte di varie organizzazioni.

Allo stesso tempo, la legge cinese mira a proteggere i cittadini cinesi da varie strutture del settore privato, allo stesso tempo, le agenzie governative si riservano il diritto di accedere ai dati personali degli utenti cinesi. In realtà, nessuno ha dubitato, giusto?

Reazione aziendale

La legge è in fase di sviluppo dal maggio di quest'anno. Anche allora, i rappresentanti delle imprese americane hanno inviato una lettera al Congresso nazionale del popolo, protestando contro la formulazione vaga del disegno di legge, nonché contro le ingenti sanzioni pecuniarie e la responsabilità penale. Secondo gli uomini d'affari americani, queste regole avranno un effetto deterrente sull'innovazione. D'altra parte, gli uomini d'affari americani avrebbero dovuto pensarci anche nella fase di pianificazione della cooperazione con il regime comunista, anche se "dal volto umano".

Ad oggi, gli stessi Stati Uniti non hanno alcuna legge federale sulla privacy dei dati e finora le normative europee e cinesi definiscono l'arena digitale globale. In ogni caso, qualsiasi azienda che elabora i dati degli utenti cinesi nell'ambito della propria attività deve ora essere soggetta a un controllo speciale da parte delle autorità di regolamentazione cinesi e nominare una persona responsabile per verificare che non vi sia stata violazione di questa legge.

Una fonte: assiosidley