Fondatore di Signal: anche Facebook è più sicuro di Telegram

Di: Vadim Osiyuk | 27.12.2021, 12:08
Fondatore di Signal: anche Facebook è più sicuro di Telegram

Il messenger di Pavel Durov è diventato un'alternativa popolare a WhtsApp e Viber grazie alla sua semplicità e sicurezza. Ma il fondatore è anche un popolare segnale di messaggistica sicuro Moxie Marlinspike crede che una tale reputazione del messaggero sia troppo esagerata. 

Marlinspike ha affermato che i messaggi inviati tramite Telegram sono archiviati sui server dell'azienda in formato testo senza alcuna crittografia per proteggere i dati. 

Il capo di Signal ha osservato che, a questo proposito, anche Messenger e WhatsApp di Meta (ex Facebook) garantiscono la privacy meglio di Telegram. Entrambi questi programmi offrono almeno la crittografia end-to-end per tutti i messaggi di testo inviati tramite le loro piattaforme.

A sua volta, Telegram archivia tutti i dati nel cloud in un formato completamente aperto: testi, dati multimediali condivisi, contatti. Anche Facebook Messenger offre un protocollo di crittografia end-to-end standard minimo per i dati archiviati sui server. Nel caso di Telegram, chiunque abbia accesso ai suoi servizi ha anche accesso all'intero database degli utenti di messaggistica non protetti.

Winfuture, la prima a segnalarlo, sostiene che Telegram sia essenzialmente una finestra aperta su server che memorizzano l'intera cronologia di tutto ciò che è accaduto sulla piattaforma, visibile all'utente privato, oltre che agli operatori di server. Se, ad esempio, un hacker decide di seguire i messaggi personali dell'utente in Telegram, potrà farlo senza troppi sforzi. Tuttavia, va notato che Telegram ha chat segrete in cui viene utilizzata la massima crittografia delle informazioni. 

Non è ancora noto come Durov abbia reagito a queste dichiarazioni. 

Foto: depositofoto