La giuria giudica l'autopilota Tesla non colpevole nell'incidente mortale che ha coinvolto un'auto elettrica Model 3 nel 2019

Di: Maksim Panasovskyi | 01.11.2023, 17:46
La giuria giudica l'autopilota Tesla non colpevole nell'incidente mortale che ha coinvolto un'auto elettrica Model 3 nel 2019

Nel 2019, un'auto elettrica Tesla è stata coinvolta in un incidente stradale mortale. Quattro anni dopo, una giuria ha dichiarato il sistema di pilotaggio automatico non colpevole della tragedia. Si tratta della seconda vittoria dell'azienda di Elon Musk in un procedimento del genere.

Ecco cosa sappiamo

Inizialmente si era detto che la colpa dell'incidente mortale era del pilota automatico di Tesla. La causa affermava che Tesla aveva consapevolmente venduto auto elettriche con un sistema autopilota difettoso.

La causa afferma che il sistema di autopilotaggio difettoso ha causato il coinvolgimento dell'auto elettrica Tesla Model 3 in un incidente che ha provocato la morte del conducente e il ferimento di due passeggeri. L'auto viaggiava a una velocità di 105 km/h.

Gli avvocati del querelante hanno chiesto a Tesla 400.000 dollari e una multa. Secondo loro, il conducente ha ricevuto il software di pilotaggio quando ha acquistato l'auto elettrica nel 2019. A quanto pare, il sistema di pilota automatico era in grado di guidare l'auto da solo.

Tesla ha dichiarato che l'errore umano è stato la causa dell'incidente. Inoltre, i test hanno dimostrato che il conducente aveva consumato alcol. L'azienda ha anche osservato che l'analisi del software citata dagli avvocati del querelante non ha cercato problemi esistenti, ma solo teoricamente possibili nel sistema di autopilotaggio.

Fonte: Reuters