Perché si parla tanto di MLRS M270 e M142 HIMARS? Capiamo perché sono importanti, quali missili vengono utilizzati e come possono cambiare il corso della guerra

Di: Anry Sergeev | 30.05.2022, 10:38
Perché si parla tanto di MLRS M270 e M142 HIMARS? Capiamo perché sono importanti, quali missili vengono utilizzati e come possono cambiare il corso della guerra

L'intera settimana precedente è stata trascorsa in attesa della consegna di moderni sistemi di lancio multiplo per le forze armate ucraine. Nonostante la legge sul prestito-affitto, adottata negli Stati Uniti, secondo indiscrezioni, i politici temuto che questo tipo di armi comporterebbe "il rischio di un'escalation se l'Ucraina colpisse in profondità il territorio russo". Ma alla fine, gli Stati Uniti approvato queste forniture (ancora - lo stato della legge li obbliga a farlo). Di conseguenza, i sistemi a razzo a lancio multiplo M270 (su telaio cingolato) e M142 HIMARS (più leggero e mobile, su telaio a ruote) dovrebbero entrare nelle forze armate dell'Ucraina, che le autorità statunitensi annunceranno ufficialmente la prossima settimana. Perché questi sistemi sono interessanti, quali munizioni usano, perché i politici hanno paura di un'"escalation" nel contesto di una guerra su vasta scala già in corso (la più grande in Europa dalla seconda guerra mondiale) e come possono influenzare il corso della ostilità? Editoriale gg capito e pronto a condividere con te.

Contenuto

Cosa significano le abbreviazioni MLRS e HIMARS? 

In generale, MLRS significa semplicemente Multiple Launch Rocket System, che è un analogo del termine MLRS (Multiple Launch Rocket Systems) ampiamente utilizzato nel nostro paese. Di conseguenza, MLRS è sia un sistema HIMARS M270 che M142, poiché entrambi appartengono a MLRS. A sua volta, HIMARS (pronunciato "Hymars") è l'abbreviazione di High Mobility Artillery Rocket System - un sistema di fuoco di razzi di artiglieria altamente mobile. Questo nome sottolinea due differenze chiave tra l'M142 HIMARS e l'M270: maggiore mobilità (ruote al posto dei cingoli) e metà della potenza di fuoco (1 pacchetto standard che ospita 6 missili standard calibro 227 mm o 1 missile tattico a medio raggio ATACMS calibro 610 mm, invece di 2 per M270). 


Una foto: Lockheed Martin

Posto nella storia dei missili calibro 227

Per immaginare la potenza di fuoco del calibro 227, puoi confrontarla con l'MLRS che è oggi in servizio con le forze armate ucraine (Wikipedia ha interessante tabella pivot, che confronta un numero enorme di sistemi di artiglieria a razzo). Abbiamo ereditato più sistemi di lancio di razzi dall'URSS BM-21 laureato (si chiama la versione ucraina modernizzata Salice ) calibro 122 mm, BM-27 Uragan (Sviluppi ucraini Bastione-03 e Tempestoso ) 220 mm e BM-30 Smerch (analogo ucraino Ontano ) 300 mm. Di conseguenza, l'MLRS da 227 mm è il più vicino ai sistemi da 220 mm, ma un tale confronto è molto condizionale, perché per M270 e HIMARS i missili sono prodotti dalla divisione Lockheed Martin denominata Missili e controllo del fuoco, e tra questi ci sono controllati e di alta precisione. Mentre l'MLRS russo e ucraino (soprattutto i vecchi sistemi sovietici usati su entrambi i lati del fronte) semplicemente non hanno missili guidati.

Per completare il quadro, vale anche la pena confrontare la portata dell'MLRS 227 mm rispetto ai sistemi sovietici. Come puoi vedere nell'infografica, un confronto tra M270 e M142 con sistemi Uragan non sarà a favore di quest'ultimo, perché la portata delle munizioni da 227 mm parte da 45 km, mentre le capacità degli Hurricanes sono limitate a 35 km. Naturalmente, Smerch è in grado di colpire bersagli a una distanza fino a 70 km, ma l'M270 e l'M142 hanno una risposta sotto forma della possibilità di utilizzare missili ad alta precisione a una distanza fino a 300 km (in infatti, i missili di nuova generazione sono in grado di colpire bersagli a una distanza fino a 500 km, ma ne parleremo più avanti). 


Infografica: mignews.ua

Cioè, la strategia di utilizzare l'MLRS nei paesi della NATO è fondamentalmente diversa dalla strategia dei restanti eserciti ucraino e russo dell'Unione Sovietica. L'attenzione non è sulla gradazione per calibro e raggio di utilizzo (e, di conseguenza, una potente salva, fino a 40 missili nella montatura Grad/Verba), ma sulla versatilità e mobilità delle piattaforme che utilizzano una diversa gamma di missili di due calibri utilizzati a seconda dei compiti tattici. Oltre alla precisione della sconfitta, comprese le aree dovute alle munizioni a grappolo. L'unificazione della nomenclatura, tra le altre cose, consente di risparmiare risorse sulla manutenzione delle attrezzature, sulla logistica e così via, che è di grande importanza per la guerra moderna. Cioè, solo due piattaforme MLRS - M270 e M142 sostituiscono quasi l'intero zoo di artiglieria missilistica ereditata dall'Unione Sovietica, che vanno da tre tipi di MLRS a numerosi tipi di missili tattici (Punto, Ok ) e nuovo Iskander. Ciascuno di questi sistemi richiede la propria infrastruttura sotto forma di lanciatori, veicoli di comando e carico di trasporto, complicando ulteriormente la situazione con le riparazioni sul campo.


Una foto: Lockheed Martin

Storia di MLRS M270

All'inizio degli anni '70, l'Unione Sovietica aveva un chiaro vantaggio nell'artiglieria missilistica rispetto alle forze NATO. La tattica MLRS sovietica consisteva nel bombardare con un gran numero di lanciarazzi multipli montati su camion (principalmente il BM-21 Grad). Saturare la zona di guerra con migliaia di missili e assicurarsi che solo pochi di essi colpiscano obiettivi specifici, con un ulteriore effetto psicologico sui soldati nemici. Al contrario, i cannonieri statunitensi hanno tradizionalmente preferito l'artiglieria a cannone, per la sua relativa precisione e il risparmio di munizioni, rispetto ai razzi per il "fuoco ad area".


Una foto: MLRS M270 delle forze armate della Corea del Sud su esercitazioni (Wikipedia )

La situazione nella percezione di questo tipo di armi è cambiata dopo la guerra dello Yom Kippur del 1973 in Israele, dove l'MLRS ha mostrato una buona efficacia. Nella seconda metà degli anni '60, le forze missilistiche dell'esercito americano hanno avviato un programma per creare un sistema di artiglieria e missili a lancio multiplo con il nome militante MARS (Multiple Artillery Rocket System). Nel marzo 1974, l'esercito degli Stati Uniti ha creato nuovi requisiti per lo sviluppo di un lanciarazzi chiamato General Support Rocket System (GSRS). Si presumeva che sarebbe stato utilizzato per combattere le difese aeree nemiche e per il fuoco di controbatteria, liberando unità di artiglieria per il supporto diretto delle forze di terra. All'inizio del 1980, il programma di sviluppo fu rinominato e ricevette il nome con cui lo conosciamo ora, ovvero MLRS. In questa fase, i dipartimenti militari e le società dell'industria militare di Gran Bretagna, Germania e Francia si sono uniti, di conseguenza, 4 stati hanno contribuito in un modo o nell'altro allo sviluppo dell'M270.

Il sistema d'arma M270 MLRS è anche conosciuto con il nome generale SPLL (Caricamento / Launcher semovente - Caricamento e lanciatore semovente). SPLL è costituito da tre sottosistemi principali montati su una macchina: M269 LLM (Loader Launcher Module - un modulo di carico e lancio, che contiene anche un sistema elettronico di controllo del fuoco installato sul veicolo di trasporto M993, che, a sua volta, è un derivato del telaio BMP Bradley.


Illustrazione: armieguerra.com

Secondo la dottrina della guerra fredda, la tattica dell'uso dell'M270 era che i veicoli dovevano disperdersi di nascosto individualmente, quindi, al momento giusto, spostarsi in una posizione di tiro, lanciare missili e quindi ritirarsi immediatamente in un punto di ricarica, e poi spostati in una nuova posizione nascosta, da cui uscire al prossimo poligono di tiro. Questa tattica spara e sfreccia  "sparare e scappare" (in teoria) evitava la vulnerabilità al fuoco della controbatteria sovietica. Una salva completa dell'M270, composta da dodici razzi M26 da 227 mm, ha colpito 7728 sottomunizioni antiuomo (bombe) su un'area di 24 ettari in meno di un minuto. E una batteria MLRS (9 installazioni), che sparava 108 missili, aveva una potenza di fuoco equivalente a 33 battaglioni di artiglieria di cannoni. 


Una foto: Sistema M270 con modulo di trasporto missili, lanciatore e centro di comando all'interno del veicolo di comando M577 (Sullo sfondo) (Wikipedia )

Un importante vantaggio di questo sistema è il launcher, che permette di ricaricare velocemente entrambi i container di lancio utilizzando il proprio verricello (nel video qui sotto).

Il primo utilizzo in combattimento dell'M270, messo in servizio nel 1982, avvenne il 18 gennaio 1991, durante l'operazione Desert Storm, quando la batteria M270 lanciò otto missili ATACMS contro le difese aeree irachene. In uno scontro, tre batterie MLRS hanno sparato 287 missili contro 24 bersagli separati in meno di cinque minuti, il che avrebbe impiegato un battaglione di artiglieria per sparare in più di un'ora. All'inizio di febbraio 1991 ebbe luogo il più grande lancio notturno di MLRS nella storia: 312 missili furono lanciati in una raffica. Dei 57.000 colpi di artiglieria sparati in quella guerra, 6.000 erano razzi MLRS e altri 32 erano missili ATACMS.

Modifiche M270

Per oltre 40 anni di storia, l'M270 MLRS ha subito numerosi aggiornamenti e modifiche per diversi paesi. L'attuale versione in produzione è l'M270A2 (terza generazione con una portata fino a 500 km utilizzando missili PrSM). 

  • M270 - la versione iniziale dell'MLRS del modello 1982, un carico da combattimento di 12 missili in due container di lancio a sei posti. Questo lanciatore mobile cingolato corazzato utilizza un telaio Bradley ed è altamente cross-country.
  • M270 IPDS - Un aggiornamento provvisorio progettato per consentire l'uso di missili ATACMS Block IA a lungo raggio abilitati per GPS fino alla produzione di un numero sufficiente di lanciatori M270A1.
  • M270A1 - la prima grande modernizzazione nel 2005 per l'esercito americano (e poi per una serie di altri stati). Il lanciatore ha ricevuto un sistema di controllo del fuoco migliorato. Ciò ha permesso di accelerare notevolmente il lancio di nuovi tipi di munizioni, compresi i missili guidati GPS.
  • M270B1 è un aggiornamento per l'esercito britannico, simile all'A1, ma include inoltre un pacchetto di armature rinforzate per proteggere meglio l'equipaggio dagli ordigni esplosivi improvvisati dai terroristi.
  • M270C1 - Un'opzione di aggiornamento proposta da Lockheed Martin che utilizza un sistema di controllo antincendio universale come HIMARS (UFCS) invece di IFCS.
  • MARS2/LRU - Modernizzazione europea della M270 con la partecipazione di Germania, Italia e Francia. MARS2 è dotato di un altro sistema antincendio (EFCS - European Fire Control System), sviluppato da Airbus Defence and Space. EFCS consente il lancio di missili M31, M31A1, M32, AT2 e 110 mm ma non M26, M26A1 e M30 per garantire la piena conformità convenzioni sulle munizioni a grappolo, che è stato ratificato dai paesi dell'UE (a differenza, ad esempio, di Ucraina e Russia).
  • M270D1 - include un nuovo sistema di controllo del fuoco che ti consente di lanciare missili guidati da GPS ad alta precisione - GMLRS e ATACMS. Il pacchetto di aggiornamento consiste in un nuovo computer, dispositivo di localizzazione, antenna GPS, unità di controllo del lancio, display e telecomando. Gli attuali operatori includono Stati Uniti, Regno Unito, Bahrain e Finlandia.

Per chi vuole saperne di più

  • L'equipaggio dell'M270 è composto da 3 persone: comandante dell'installazione, artigliere e autista
  • Gli aerei possono essere utilizzati per trasportare l'M270 Boeing C-17  e Lockheed C-5
  • Il tempo di ricarica è di 4 minuti per M270 e 3 minuti per M270A1
  • Motopropulsore: Cummins VTA903 V8 diesel turbo da 500 CV
  • Velocità massima in autostrada: 64 km/h
  • Riserva di carica: 480 km
  • Il costo medio dell'M270 è di 2,3 milioni di dollari
  • In totale sono stati prodotti più di 1.300 M270, di cui circa 1.000 sono in servizio con gli Stati Uniti.
  • L'esercito americano si riferisce all'M270 come al "fucile personale del comandante" o "pallottola sul campo di battaglia". Viene anche spesso chiamato "furgone gitano" perché gli equipaggi immagazzinano attrezzature aggiuntive (reti mimetiche, lettini, frigoriferi e oggetti personali) sulla parte superiore del veicolo, poiché non c'è abbastanza spazio nel lanciatore stesso per gli oggetti. 

Storia dell'M142 HIMARS MLRS

L'M142 HIMARS è una versione leggera (con ruote) del sistema di lancio multiplo M270. HIMARS utilizza lo stesso contenitore unificato dell'M270, che può ospitare sei razzi da 122 mm o un razzo da 610 mm. L'unica differenza è che l'M270 utilizza due di questi contenitori, consentendo una salva di 12 missili anziché 6. Il sistema è stato sviluppato alla fine degli anni '90 per l'esercito degli Stati Uniti ed è montato sul telaio di un camion dell'esercito M1140 standard. Adottato nel 2003, è stata la prima unità del Corpo dei Marines degli Stati Uniti a riceverlo. 

Il telaio è stato originariamente prodotto da BAE Systems Mobility & Protection Systems. Nel 2010, Oshkosh Corporation ha rilevato la produzione di telai. Dal 2017, sia il telaio, il lanciatore che i missili sono stati prodotti da Lockheed Martin Missiles & Fire Control. MLRS M142 HIMARS è in servizio con gli eserciti di Stati Uniti, Singapore, Emirati Arabi Uniti, Giordania e Romania. La Polonia ha annunciato l'intenzione di acquistare 160 lanciatori M142 da utilizzare sul proprio telaio (sebbene il 26 maggio 2022 il ministro della Difesa annunciato già circa 500 installazioni). L'interesse per questo MLRS è stato annunciato negli ultimi anni da Australia, Taiwan, Canada, Ungheria, Paesi Bassi, Qatar, Filippine e Svezia.

Per chi vuole saperne di più

  • Le finestre del lanciatore M142 HIMARS sono realizzate in vetro e strati di zaffiro
  • Gli aerei possono essere utilizzati per il trasporto C-130 Ercole (l'aereo da trasporto più massiccio del mondo)
  • Il costo del lanciatore HIMARS e di tutte le munizioni necessarie supera i 5 milioni di dollari
  • L'equipaggio dell'M142 HIMARS è composto da 3 persone: comandante dell'equipaggio, pilota e operatore di lancio
  • Velocità fino a 85 km/h
  • Riserva di carica 480 km
  • Più di 540 unità prodotte con oltre 2 milioni di ore di funzionamento

Munizioni per M270 e M142 HIMARS: razzi da 227 mm e 610 mm

Per gli MLRS M270 e M142 HIMARS, ci sono fino a 6 tipi di missili, incluso un addestramento RRPR (Reduced-Range Practice Rocket), che è solo un grezzo senza testata e carenatura con una portata di 15 chilometri. I restanti missili sono divisi in 2 grandi sottoclassi: MFOM (Famiglia di munizioni MLRS - Famiglia di munizioni MLRS) calibro 227 mm e 610 mm AFOM (Army TACMS Family of Munitions - una famiglia di munizioni ATACMS, che a sua volta sta per Army TACtical Missile System, ovvero Army Tactical Missile System).


Illustrazione: armyrecognition.com

Razzi da 227 mm MFOM per MLRS: gestito e non gestito

Se non prendiamo in considerazione il razzo da addestramento RRPR, allora tutti i razzi da 227 mm per l'MLRS (o MLRS, per chiarire che stiamo parlando solo dei sistemi a cui è dedicato questo testo) sono divisi in non guidati (il più massiccio ed economico in produzione) e guidato. I missili guidati, a loro volta, sono divisi in due categorie: GMLRS (Guided MLRS, ovvero guidato MLRS) e ER GMLRS (Extended-Range GMLRS - missili guidati a raggio esteso).

  • M26 - categoria razzi non guidati DPICM (munizioni convenzionali migliorate a doppio scopo - munizioni a grappolo a doppio scopo) con 644 submunizioni M77. La sua gamma è di 32 km. Vale la pena notare qui che si tratta della stessa arma non convenzionale, vietata, ad esempio, nell'Unione europea, ma utilizzata dall'esercito americano. Uno dei risultati dell'uso di tali missili è l'abbondanza di munizioni rimaste inesplose, il cui smaltimento dopo la guerra richiederà enormi risorse (inoltre le vittime civili sono inevitabili anche dopo la guerra).
    • M26A1 - missile a raggio esteso fino a 45 km e 518 submunizioni M85 (versione migliorata delle submunizioni M77)
    • M26A2 - Una versione di transizione dell'M26A1, ma con submunizioni M77. Utilizzato prima dell'entrata in servizio della submunizione M85.
  • M27 - un contenitore di addestramento completamente inerte, creato per l'addestramento al carico LLM dall'equipaggio MLRS
  • M28 - una versione da addestramento del missile M26, che utilizza contenitori con zavorra e contrassegno di fumo invece di un carico utile
  • M28A1 - versione dell'M28 senza carenatura e con escursione ridotta (stesso RRPR).

Una foto: "Steel Rain" è una submunizione M77 utilizzata dal missile M26 (Wikipedia)

I missili guidati MLRS sono i prossimi

  • M30 - la modifica di base e più massiccia di un missile ad alta precisione con una portata fino a 70 km, la carica standard include 404 submunizioni M85. Con il suo avvento, l'M270 e l'M142 MLRS HIMARS furono soprannominati il ​​"fucile da cecchino da 70 chilometri".
    • M30A1  - versione dell'M30 con una testata alternativa, in cui le sottomunizioni sono sostituite da sfere di tungsteno per la distruzione. Il suo vantaggio è che non lascia ordigni inesplosi.
    • M30A2 (conosciuto anche come XM403) - versione dell'M30 con una testata alternativa a frammentazione altamente esplosiva che trasporta 90 kg di munizioni e un alto esplosivo. Progettato per colpire bersagli con una vasta area.
  • M31 - un derivato del missile M30 con una testata unitaria a frammentazione altamente esplosiva del peso di 90 kg per l'uso in aree urbane e montane. Ha modifiche migliorate M31A1 e M31A2.

Nel marzo 2021 Lockheed Martin introdotto una nuova generazione di missili guidati per MLRS M270 e M142 HIMARS - ER GMLRS (GMLRS a gamma estesa). Si distinguono per una maggiore autonomia fino a 150 chilometri e senza pretese per le condizioni meteorologiche. Ci sono poche informazioni sul nuovo missile, il produttore riferisce che è compatibile con l'HIMARS MLRS e l'ultimo M270A2. Insieme al razzo, è stato introdotto un nuovo container unificato per MLRS, che consente l'uso di razzi calibro 10 pollici (254 mm invece degli attuali 227 mm).


Illustrazione: Lockheed Martin

Missili AFOM/ATACMS di precisione a lungo raggio da 610 mm

Invece di sei razzi da 227 mm in un container MLRS standard, è possibile utilizzare un grande razzo ATACMS da 610 mm (aka MGM-140). Si tratta di un missile terra-superficie con un motore a propellente solido e un'autonomia di volo fino a 310 km. Il suo sviluppo iniziò nel 1980 e il primo utilizzo in combattimento fu durante l'operazione Desert Storm nel 1991, dove furono usati con successo 32 di questi missili.

Negli oltre 30 anni di storia di questo razzo, ha ricevuto diversi livelli di modernizzazione e modifiche:

  • MGM-140A ATACMS Blocco 1 - la versione base del razzo modello del 1991 con un raggio di tiro di 165 km e un sistema di navigazione inerziale che fornisce un CEP (deviazione circolare) a 250 metri. La testata conteneva una cassetta piena di 950 submunizioni di tipo M74. 
  • MGM-140B ATACMS Blocco 1A - Una modifica aggiornata in cui il sistema di navigazione inerziale è stato integrato con il GPS, che ha consentito di ridurre il CEP a 100 metri aumentando l'autonomia di volo a 300 km. La testata a cassetta è stata ridotta da 560 a 160 kg e contiene 275 submunizioni M74. 
  • MGM-140B ATACMS Blocco 1A Unitario - modifica del missile Block 1A con una testata ad alto potenziale esplosivo e una sezione terminale verticale della traiettoria per colpire bersagli corazzati.
  • MGM-140C / MGM-164A ATACMS Blocco 2 - un missile con una testata, comprese 13 sottomunizioni a ricerca. Il poligono di tiro è di 140 km con un peso della testata di 165 kg e un KVO di 200 metri.
  • MGM-164B ATACMS Blocco 2A - una versione del missile che non è entrata in produzione in serie, dotata di una testata a grappolo con 6 testate intelligenti homing, nonché una nuova testa homing combinata che cerca un bersaglio nell'onda radio a onde millimetriche e due gamme a infrarossi. Poligono fino a 220 km con CVO inferiore a 100 metri.
  • MGM-140E Blocco ATACMS 1A Unitario (QRU) / MGM-168A Blocco ATACMS 4A - modifica del missile ATACMS con una testata a frammentazione altamente esplosiva WDU-18 del peso di 227 kg, un raggio di tiro fino a 270 km e un CEP di 20 metri. Adottato nel 2003.

Precision Strike Missile (PrSM): gli ultimi missili ad alta precisione per MLRS

Precision Strike Missile (PrSM) è un missile di precisione Classe terra-terra di nuova generazione Lockheed Martin completata nel 2021. È caratterizzato da un'architettura di sistema aperta, è modulare per la crescita futura ed è compatibile con HIMARS e M270 MLRS. Questo missile è in grado di colpire bersagli a una distanza massima di 500 chilometri. Non ha pretese per le condizioni meteorologiche e occupa metà dello spazio del missile ATACMS, il che consente di posizionare non uno, ma due di questi missili in un contenitore standard per MLRS.

Nebbia di guerra o quando appariranno tutti questi MLRS in prima linea nelle forze armate ucraine?

Quindi, abbiamo capito qual è il vantaggio di MLRS M270 e M142 HIMARS rispetto a sistemi simili in servizio con Ucraina e Russia. Si tratta di piattaforme versatili ideali per tattiche sparatutto vantaggiose nella guerra moderna. Superiore al vecchio Soviet (e alle loro controparti modernizzate) in termini di efficienza grazie all'uso di munizioni guidate e di precisione (e alla loro vasta gamma, che risolvono specifici compiti tattici nel migliore dei modi). Allo stesso tempo, hanno una portata molto più ampia rispetto all'MLRS del nemico. Infine, la possibilità di utilizzare missili tattici ATACMS può aumentare significativamente la portata delle armi missilistiche delle forze armate ucraine, aumentando questa distanza da 120 km (le capacità dell'arma più "a lungo raggio delle forze armate ucraine - la Tochka -missile U") a 300 km (e in futuro - fino a 500 km). La versatilità dell'M270 e dell'M142 è in grado di trasformarli dai nostri familiari sistemi di lancio multiplo a missili tattici ad alta precisione in un colpo solo. Sì, il costo di uno di questi missili può facilmente arrivare a un milione di dollari, ma qui viene in soccorso la legge sul prestito, secondo la quale non dovrai pagare per le munizioni usate, in linea di principio (da cui i propagandisti russi che parlano di che tipo di prestito-affitto dovrà pagare più di una generazione di ucraini, inizia a bruciare come un carro armato dopo aver conosciuto l'FGM-148 Javelin).

Quindi, emerge la domanda: quando tutti questi ottimi sistemi non solo arriveranno in Ucraina, ma saranno già utilizzati in prima linea? La risposta sta nelle intricate complessità della politica e degli stratagemmi militari, che sono meglio descritti dal detto (non importa quanto cinico possa sembrare ora) "la guerra è una stronzata, la cosa principale sono le manovre". Ovviamente non intendiamo il suo significato letterale, ma allegorico. Consideriamo due situazioni diametralmente opposte: idealmente vincere e idealmente perdere. Nel primo caso, politici e militari fanno tutto nel modo più trasparente e chiaro possibile, coinvolgendo i media e dimostrando come, quando, quanto e che tipo di equipaggiamento è arrivato in Ucraina (e con quali rotte). Tutto accade immediatamente e dal vivo. Nel secondo caso, invece, i politici ei militari evitano i dettagli, fanno costantemente riferimento alla necessità di decidere qualcos'altro, concordano e discutono, ritardando indefinitamente l'erogazione dei rifornimenti. Ovviamente, entrambe le opzioni sono vantaggiose solo per il nostro avversario. Perché nel primo caso saprà troppo, il che gli permetterà di prendere qualche tipo di contromisure. In definitiva, questo ritarderà solo l'avvicinarsi della vittoria finale. Nel secondo caso si tratta di una sconfitta psicologica (e quindi le forze della propaganda nemica mirano proprio a convincerci della realtà dello scenario in cui l'Ucraina non riceverà alcun MLRS M270 e M142 HIMARS).

Ovviamente, l'opzione corretta per le forniture e la loro "evidenziazione" da parte delle fonti ufficiali sarà una sorta di opzione intermedia. E qui la “nebbia di guerra” viene in nostro aiuto, permettendoci di utilizzare cortine fumogene informative intorno alla situazione. Ad esempio, per annunciare ufficialmente le intenzioni delle consegne solo dopo che le armi sono già fisicamente localizzate in Ucraina (almeno per non esporre i convogli a rischi inutili). Puoi anche nascondere la quantità, la gamma di munizioni fornite e, in generale, meno informazioni fornisci, meglio è. Un ottimo esempio di tali cortine fumogene sono, ad esempio, le dichiarazioni del Pentagono che affumicano la situazione intorno alla fornitura di MLRS: da un lato c'è "preoccupazione per l'escalation", dall'altro, "non vorremmo limitare le Forze Armate nell'uso delle armi per proteggere la sovranità”. Come interpretarlo? "Nessuno lo sa", come diceva il classico. Un altro esempio: l'altro giorno il ministro della Difesa polacco twittatoche il suo paese intende acquistare 500 lanciatori HIMARS M142. Nonostante dal 2005 al 2020 siano stati prodotti in totale 414 pezzi. Perché la Polonia ha bisogno di più installazioni M142 rispetto agli Stati Uniti? "Non conosco nessuno." Ma è noto in modo affidabile che questo mese il presidente degli Stati Uniti Biden visitato Fabbrica della Lockheed Martin. Nello specifico, quell'impianto non produce missili per l'M270 e l'M142, ma sistemi anticarro FGM-148 Javelin, ma il Presidente degli Stati Uniti non può visitare ciascuno degli 11 impianti Lockheed Martin Missiles e Fire Control, giusto? La sua visita è solo simbolica. Ad esempio, dimostra al mondo intero che Lockheed Martin ha bisogno di aumentare la produzione dei suoi missili. E il prima possibile.

In effetti, la maggior parte degli analisti militari è incline a pensare che nella fase attuale della guerra, l'unica cosa in cui la Russia ha un vantaggio importante rispetto alle forze armate ucraine sia il numero di cannoni e di artiglieria a razzo (e le relative munizioni). Ecco perché la fornitura di sistemi di artiglieria da 155 mm all'Ucraina è così importante (lo stesso CesareM109 e M777). La fornitura dei sistemi jet MLRS M270 e M142 HIMARS aumenterà ulteriormente le capacità delle forze armate ucraine, soprattutto in termini di portata. E anche se l'Ucraina non riceve immediatamente missili come ATACMS e ancor più PrSM (e molto probabilmente lo farà), allora dopo settimane (più è complesso l'equipaggiamento, più tempo le forze armate avranno bisogno per padroneggiarlo) vedremo già il risultato dell'utilizzo di questi MLRS nelle notizie. Ricordiamo, dopotutto, che due mesi fa la consegna dei missili anti-nave Harpoon sembrava un traguardo irraggiungibile, e oggi già in servizio presso le Forze Armate. Con MLRS M270 e M142 HIMARS tutto sarà uguale, ma più veloce.

Per chi vuole saperne di più