Recensione Xiaomi Pad 5: mangiatore di contenuti onnivoro

Di: Alex Chub | 03.02.2022, 19:09
Recensione Xiaomi Pad 5: mangiatore di contenuti onnivoro

Nonostante il calo della popolarità dei tablet negli ultimi anni, hanno un certo pubblico. Innanzitutto, vengono acquistati per il consumo di contenuti multimediali e giochi. In misura minore - per l'apprendimento a distanza e il lavoro. In ogni caso escono modelli interessanti e Xiaomi Pad 5 è uno di quelli. Il tablet è soddisfatto di un ampio display IPS di alta qualità con una diagonale di 11 pollici, una risoluzione di 2560x1600 e una frequenza di aggiornamento di 120 Hz. All'interno è installato un hardware abbastanza potente, che è sufficiente per i giochi moderni e impegnativi, e un sistema audio di quattro altoparlanti contribuisce inoltre al comodo consumo dei contenuti multimediali. Il tablet ha un bell'aspetto e dura a lungo con una singola carica della batteria. Ma il produttore ha comunque fatto alcuni compromessi. Allo Xiaomi Pad 5 manca un modulo GPS e non esiste una versione in quanto tale con supporto per reti mobili. Tra le sfumature meno significative - non c'è vassoio per memory card, jack per cuffie e scanner di impronte digitali, dai metodi di sblocco biometrico - solo non il riconoscimento facciale più affidabile. 

Xiaomi Pad 5 Xiaomi Pad 5
Consumatore di contenuti
Tablet Android con display IPS da 11" 2560x1600 (rapporto di aspetto 16:10), frequenza di aggiornamento di 120Hz, potente processore octa-core Qualcomm Snapdrafon 860, 6GB RAM, 128GB/256GB di memoria interna, altoparlanti quad certificati Dolby Atmos e sistema operativo Android 11 con MIUI 12.5 pelle
Leggi le recensioni dei clienti verificate

5 motivi per acquistare Xiaomi Pad 5:

  • schermo IPS da 11 pollici di alta qualità con una frequenza di aggiornamento di 120 Hz;
  • prestazioni impressionanti;
  • lunga durata della batteria;
  • altoparlanti potenti e di alta qualità;
  • bell'aspetto.

3 motivi per non acquistare Xiaomi Pad 5:

  • nessun modulo GPS e configurazioni con supporto per reti mobili;
  • nessuno slot per schede di memoria e jack per cuffie;
  • nessun lettore di impronte digitali.

Passaggio veloce:

  1. Cosa c 'è nella scatola?
  2. Che aspetto ha Xiaomi Pad 5 ?
  3. Quanto è buono lo schermo?
  4. Quali sono i metodi di sblocco?
  5. E per quanto riguarda prestazioni, memoria, suono e autonomia?
  6. Quanto è intuitiva l'interfaccia?
  7. Quanto sono buone le fotocamere?
  8. Nella sostanza secca

Cosa c 'è nella scatola?

Xiaomi Pad 5 è confezionato in una grande scatola bianca con un minimo di stampa: sulla parte frontale c'è solo il nome del modello, oltre ai loghi Mi e Dolby Vision Atmos. La confezione contiene il tablet stesso, un alimentatore da 22,5 W, un cavo USB Type-C e la documentazione. In generale c'è tutto quello che serve, ma un adattatore da Type-C a jack da 3,5 mm non sarebbe superfluo. Tuttavia, il gadget è principalmente destinato al consumo di vari tipi di contenuti di intrattenimento.

Che aspetto ha Xiaomi Pad 5?

Recensione Xiaomi Pad 5: mangiatore di contenuti onnivoro-6

Frontalmente, tutti i moderni tablet Xiaomi Pad 5 praticamente non differiscono tra loro. Schermo grande e cornice nera perimetrale. Non è troppo sottile: in fondo questo non è uno smartphone e realizzare cornici molto sottili non è del tutto corretto. La cornice ha la stessa larghezza su tutti i lati e gli angoli dello schermo sono arrotondati e seguono i contorni degli angoli del tablet stesso. Il sensore di luce e la fotocamera frontale sono nascosti nella cornice. Quest'ultimo si trova al centro del lato sinistro, se si ruota il tablet in posizione orizzontale. In futuro, in questa posizione, considereremo il tablet.

Il telaio è realizzato in metallo e presenta piccoli inserti in plastica lungo il perimetro per un funzionamento stabile delle antenne di interfaccia wireless. Le estremità hanno angoli chiari senza alcun arrotondamento. Sul lato inferiore sono presenti tre contatti magnetici per il collegamento di una tastiera brandizzata. Viene venduto separatamente e, sfortunatamente, non ci è arrivato per la revisione.

Recensione Xiaomi Pad 5: mangiatore di contenuti onnivoro-11

Sul lato superiore sono presenti degli inserti in plastica, una coppia di microfoni e un bilanciere del volume. Si trova più vicino all'angolo sinistro di Xiaomi Pad 5.

Recensione Xiaomi Pad 5: mangiatore di contenuti onnivoro-12

Sulla sinistra c'è un altro microfono, una coppia di altoparlanti, un pulsante di accensione e un logo Atmosfera Dolby Vision:

Recensione Xiaomi Pad 5: mangiatore di contenuti onnivoro-13

Sul lato opposto c'è un altro microfono e una coppia di altoparlanti, oltre a un connettore USB Type-C:

Recensione Xiaomi Pad 5: mangiatore di contenuti onnivoro-14

L'intera cover posteriore è realizzata in plastica con una finitura opaca molto bella. Nel nostro caso, lo sfondo è grigio scuro, sembra molto solido. E le tracce d'uso sono quasi invisibili grazie alla finitura opaca. Il blocco fotocamera posteriore è realizzato nello stile degli attuali smartphone dell'azienda: una forma rettangolare con angoli arrotondati. La fotocamera posteriore è quella con flash.

Recensione Xiaomi Pad 5: mangiatore di contenuti onnivoro-15

Il tablet è abbastanza grande: 254,7x166,25 mm, il che non sorprende con una diagonale dello schermo di 11 pollici. Allo stesso tempo, molto sottile: 6,85 mm. Il peso è impressionante: 511 g, quindi tenere il tablet con una mano a lungo non è molto comodo.

Quanto è buono lo schermo?

Recensione Xiaomi Pad 5: mangiatore di contenuti onnivoro-16

Lo Xiaomi Pad 5 ha un display IPS da 11 pollici. Il rapporto di aspetto è 16:10 e la risoluzione è WQHD + (2560x1600), densità di pixel - 275 ppi, abbastanza per un tablet. Il produttore promette una luminosità massima di 500 cd/m2, c'è il supporto per HDR10 e Dolby Vision e la gamma di colori corrisponde allo spazio colore DCI-P3, il display è in grado di visualizzare più di 1 miliardo di colori. La frequenza di aggiornamento del display è di 120 Hz. Nelle impostazioni lì modalità oscura con la possibilità di lavorare in base a una pianificazione, modalità di lettura, dimensione del carattere, scelta della frequenza di aggiornamento (60 o 120 Hz, nessuna modalità adattiva), modalità di visualizzazione a colori con regolazione della temperatura del colore, nonché regolazione adattiva in base alla luce ambientale.

Lo schermo dello Xiaomi Pad 5 fa un'ottima impressione, sia in termini di luminosità che di qualità dell'immagine. Sì, i neri non sono così profondi come su AMOLED e il contrasto è più basso. Ma tutto il resto è molto buono. In modalità "Luminoso", la luminosità massima era 447.328 cd/m2. La gamma di colori è molto più ampia di sRGB. In effetti, l'azienda ha promesso DCI-P3. Allo stesso tempo, c'è una propensione piuttosto evidente verso le tonalità fredde, la temperatura di colore è di circa 8500K (con il riferimento 6500K). Puoi regolarlo nelle impostazioni se lo desideri.

V Nella modalità "Standard", la gamma di colori è più vicina allo standard sRGB e la riproduzione del colore è più accurata, con una minore inclinazione verso le tonalità fredde. Allo stesso tempo, la luminosità massima era 431.631 cd/m2.

Quali sono i metodi di sblocco?

Recensione Xiaomi Pad 5: mangiatore di contenuti onnivoro-37

Purtroppo, con i modi per proteggere il dispositivo, tutto è piuttosto modesto. Un set standard di codici, password e chiavi grafiche, a cui hanno aggiunto il riconoscimento facciale utilizzando la fotocamera frontale senza sensori aggiuntivi. Sì, il riconoscimento facciale è veloce, ma è difficile definire questa opzione ultra affidabile. Forse uno scanner di impronte digitali nel pulsante di accensione sarebbe molto utile.

E per quanto riguarda prestazioni, memoria, suono e autonomia?

Xiaomi Pad 5 è dotato del chipset Qualcomm Snapdragon 860, anche se non di fascia alta, ma molto produttivo: si tratta di un processore a otto core da 7 nanometri, che include un core Kryo 485 Gold a 2,96 GHz, tre Kryo 485 Gold a 2,42 GHz e quattro ad alta efficienza energetica Kryo 485 Argento a 1,78. La grafica è responsabile dell'acceleratore Adreno 640. La RAM è 6 GB LPDDR4X e la memoria interna è 128 o 256 GB UFS 3.1. Lo slot per le schede di memoria non è previsto. Da un lato, siamo abituati allo streaming di film e musica dal web. Se invece acquisti un tablet per guardare film e video mentre sei in viaggio, dovresti pensare di acquistare una versione precedente. Nei test sintetici, il tablet dimostra risultati non di fascia alta, ma molto impressionanti. Le prestazioni sono sufficienti per un funzionamento regolare dell'interfaccia e per applicazioni pesanti, nonché per i giochi moderni:

Lo stress test CPU Throttling Test ha mostrato che il tablet funziona abbastanza stabilmente anche con carichi massimi prolungati, le prestazioni scendono al 91%, il che è abbastanza normale. Allo stesso tempo, il tablet stesso diventa solo leggermente caldo.

Recensione Xiaomi Pad 5: mangiatore di contenuti onnivoro-38

Il tablet affronta i giochi moderni senza problemi. Allo stesso tempo, sono supportati frame rate fino a 120 Hz. In Shadowgun Legends, con le impostazioni grafiche massime, il frame rate oscilla tra 90-120 Hz. In Call of Duty Mobile - circa 60 FPS.

Sulle interfacce wireless, il tablet è molto modesto. Wi-Fi dual-band 802.11 a/b/g/n/ac 2,4 GHz e 5 GHz (nessun supporto Wi-Fi 6) e Bluetooth 5.0 LE. Nel tablet non è presente il modulo GPS, nel caso qualcuno volesse utilizzare il tablet in macchina come navigatore. E non ci sono nemmeno versioni con supporto per reti mobili. Ma quello che mi ha soddisfatto è stata la qualità del suono. Il tablet ha quattro altoparlanti con certificazione Dolby Atmos. E suonano davvero forte e di alta qualità (per quanto possibile in questo fattore di forma). C'è anche un accenno di basse frequenze.

Recensione Xiaomi Pad 5: mangiatore di contenuti onnivoro-52

Xiaomi Pad 5 ha una batteria da 8720 mAh davvero impressionante. Il tablet viene fornito con un alimentatore da 22,5 W, sebbene il tablet stesso supporti la ricarica rapida fino a 33 W. Da un alimentatore completo, il tablet si carica per circa 2 ore. La durata della batteria del tablet dipende molto dagli scenari di utilizzo. Ma, in ogni caso, il tablet si è mostrato molto bene in questo indicatore. Può girare video FullHD da una singola carica per circa 15 ore e i giochi pesanti arrivano a circa il 5% in mezz'ora.

Cos'è l'interfaccia?

Il tablet funziona su sistema operativo Android 11 con una shell proprietaria MIUI 12.5. La 13a versione su Android 12 è stata finora rilasciata solo in Cina. Non ci sono differenze significative rispetto alla shell dello smartphone. L'interfaccia è stata "allungata" su un grande schermo e adattata per le modalità verticale e orizzontale. Ci sono opzioni per posizionare tutto sui desktop e l'opzione per abilitare un menu dell'applicazione separato. Pulsante o gesto di navigazione. Tra i chip insoliti, vale la pena notare il sipario. Scorrendo verso il basso dal lato destro del bordo superiore dello schermo viene visualizzata una barra di commutazione. Dal lato sinistro - notifiche. L'unica cosa che manca è la modalità "desktop", che è, ad esempio, in Xiaomi Mi Mix Fold. Forse aggiungeranno un nuovo firmware.

Il gestore dell'applicazione è realizzato sotto forma di carte. Puoi aprire le app in modalità schermo diviso (non tutte le app supportano). Dei tipici chip per tablet si può distinguere solo la funzione di avvio dell'applicazione in modalità mini-finestra. L'app si apre in una finestra mobile sopra le altre app. Può essere spostato a piacere o completamente compresso in una piccola miniatura.

Tra le funzioni non standard nelle impostazioni, c'è una sezione con uno stilo e una tastiera marchiati. Ci sono impostazioni per i pulsanti dello stilo e istruzioni per azioni rapide come scrivere a mano o acquisire uno screenshot con una pressione prolungata. Vista la mancanza di tastiera e stilo, infatti, non è stato possibile controllare tutto questo.

Applicazioni standard preinstallate:

Quanto sono buone le fotocamere?

Nei tablet, le fotocamere sono piuttosto "per spettacolo". Nel caso in cui qualcosa debba essere urgentemente rimosso, ma non ci sia lo smartphone in mano. Xiaomi Pad 5 non fa eccezione. Ha una fotocamera posteriore da 13 megapixel con apertura f/2.2. Dimensione pixel 1,12µm, autofocus a rilevamento di fase PDAF e flash LED.

Recensione Xiaomi Pad 5: mangiatore di contenuti onnivoro-99

L'applicazione della fotocamera è standard per MIUI in una forma estesa a un grande schermo. Con un carosello di modalità e tutte le impostazioni più necessarie nella schermata principale. L'unica differenza è che ci sono molte meno modalità rispetto agli smartphone.

Come previsto, la fotocamera del tablet è piuttosto mediocre. Sebbene sia possibile scattare foto decenti con un'illuminazione sufficiente. Anche la modalità notturna nel suo insieme è praticabile, ma il problema principale è che quando non c'è abbastanza luce, l'autofocus funziona francamente, purtroppo.

In conclusione: quattro cose che devi sapere su Xiaomi Pad 5.

  • Xiaomi Pad 5 è dotato di uno schermo IPS da 11 pollici di alta qualità con una frequenza di aggiornamento di 120Hz.
  • Le prestazioni sono sufficienti sia per le applicazioni che per i giochi moderni.
  • Il tablet ha 4 altoparlanti che suonano forte e di alta qualità.
  • Il tablet è privo di GPS, vassoio microSD e una versione con supporto per reti mobili.

Specifiche Xiaomi Pad 5
Schermo IPS, 11", 2560x1600 (rapporto 16:10), 274 ppi, HDR10, Dolby Vision, 120Hz
Portafoto dimensioni: 254,7x166,3x6,9 mm, peso: 511 g
processore Qualcomm Snapdragon 860 a 64 bit 7nm, 1xKryo 485 Gold 2,96GHz, 3xKryo 485 Gold 2,42GHz, 4xKryo 485 Silver 1,78GHz, grafica Adreno 640
RAM 6 GB
Memoria flash 128/256 GB UFS 3.1
Telecamera Primario: 13 MP, f/2.0, PDAF; fotocamera frontale: 8 MP f/2.0
Tecnologie senza fili Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac (dual-band, 2,4 e 5 GHz), Bluetooth 5.0 LE
GPS Non
Batteria 8720 mAh, non rimovibile; Ricarica rapida da 33 W (alimentatore da 22,5 W incluso)
Sistema operativo Android 11 + MIUI 12.5
carta SIM Non

Xiaomi Pad 5 Xiaomi Pad 5
  • Schermo IPS da 11 pollici di alta qualità con una frequenza di aggiornamento di 120 Hz;
  • Prestazioni impressionanti;
  • Lunga durata della batteria;
  • Altoparlanti forti e di qualità; bella apparenza.
Controlla il prezzo

Per chi vuole saperne di più:

  • Recensione Huawei MatePad Pro: un miglior tablet Android senza Google
  • Recensione Samsung Galaxy Tab S6: il tablet più "caricato" su Android
  • recensione vivo X70 Pro+: flagship cinese con ottica tedesca per le riprese notturne
  • Recensione vivo V21: la gioia di tik toker
  • Recensione POCO X3 Pro: “quasi un flagship” a un quarto del prezzo “flagship”.
  • Recensione OPPO Reno4 Pro: rimborso per la ricarica rapida
  • La recensione più dettagliata del Samsung Galaxy Note 20 Ultra
  • Recensione iPhone 12 Pro: dozzina costosa
  • recensione realme 7 Pro: display AMOLED, Snapdragon, NFC e ricarica fulminea