Un sottomarino statunitense a propulsione nucleare della classe Ohio, dotato di 154 missili da crociera Tomahawk con una gittata fino a 2.500 chilometri, è arrivato in Medio Oriente.

Di: Maksim Panasovskyi | 07.11.2023, 21:08
Un sottomarino statunitense a propulsione nucleare della classe Ohio, dotato di 154 missili da crociera Tomahawk con una gittata fino a 2.500 chilometri, è arrivato in Medio Oriente.

L'aeronautica militare statunitense ha inviato in Medio Oriente un sottomarino a propulsione nucleare senza missili balistici intercontinentali Trident II (D5). Un sottomarino che trasporta missili da crociera Tomahawk è arrivato nella regione.

Ecco cosa sappiamo

Negli ultimi due anni gli Stati Uniti hanno rivelato con insolita frequenza la posizione dei loro sottomarini della classe Ohio. Il sottomarino è arrivato nell'area di responsabilità del Comando centrale delle forze armate statunitensi. Inizialmente non era stato comunicato il tipo di nave. In seguito si è saputo che si trattava di un sottomarino nucleare con missili da crociera.

La Marina statunitense ha solo quattro SSGN in servizio: USS Ohio (SSGN 726), USS Michigan (SSGN 727), USS Florida (SSGN 728) e USS Georgia (SSGN 729). Ciascuna è armata con 154 missili da crociera Tomahawk. La gittata massima di lancio è di circa 2.500 chilometri.

Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti voleva smantellare i sottomarini all'inizio del XXI secolo. Tuttavia, il Pentagono ha deciso di armarli con missili balistici intercontinentali Tomahawk anziché Trident II (D5).

Il primo impiego delle SSGN risale al 2011. Nell'ambito dell'operazione Odyssey Dawn, il sottomarino a propulsione nucleare USS Florida (SSGN 728) ha lanciato più di 90 missili da crociera Tomahawk contro installazioni militari in Libia.

Fonte: Rivista Air & Space Forces