Google ha citato in giudizio Epic Games per aver eluso il pagamento della piattaforma per gli acquisti in-app

Di: Yuriy Stanislavskiy | 12.10.2021, 17:40
Google ha citato in giudizio Epic Games per aver eluso il pagamento della piattaforma per gli acquisti in-app

Google ha intentato una controcausa contro Epic Games sugli acquisti di app di gioco Fortnite, sostenendo che l'azienda ha "deliberatamente violato" il suo accordo con gli sviluppatori del Play Store, riferisce ZDNet. Epic ha originariamente presentato la causa contro Google nel mese di agosto, poco dopo aver presentato una denuncia contro Apple e ricevuto una domanda riconvenzionale da essa. "Epic si è arricchita ingiustamente a spese di Google", ha detto l'azienda nella sua controdenuncia. 

Ricordiamo che Epic ha citato in giudizio Google per aver rimosso Fortnite dal Play Store dopo che l'aggiornamento "Mega Drop" ha permesso ai giocatori di aggirare il sistema di acquisto in-game e ottenere oggetti scontati. Google ha poi costretto OnePlus a rompere l'accordo, che avrebbe visto il launcher Fortnite preinstallato sullo smartphone OnePlus 8, bypassando il Play Store ed eliminando la commissione di Google sugli acquisti in-app.

Google ha detto che a differenza dell'App Store di Apple, gli sviluppatori Android non sono obbligati a usare Google Play. "Lo scelgono loro stessi quando gli viene data una scelta tra i negozi di app Android e i canali di distribuzione", dice la denuncia. "Google supporta questa scelta attraverso Android stesso, la politica di Google Play e gli accordi di Google con gli sviluppatori e i produttori di dispositivi".

Tuttavia, questo argomento generalmente logico è complicato dai documenti divulgati nella causa originale di Epic contro Google. Hanno mostrato che Google stava pagando gli sviluppatori di giochi e i produttori di cellulari come LG e Motorola per l'uso esclusivo del Play Store invece di offrire altre opzioni di negozio. Questa è una delle ragioni citate da 38 stati e territori americani che hanno presentato una causa antitrust contro Google nella stessa corte federale in California, dove anche Epic ha presentato la sua causa. 

Nel 2018, Google ha riferito di aver offerto a Epic fino a 208 milioni di dollari per spostare Fortnite sul Play Store - tagliando efficacemente il suo solito 30 per cento di entrate di circa il cinque per cento. Secondo gli stessi documenti del tribunale, Google era così preoccupato per la potenziale perdita di entrate dal Play Store che stava anche considerando l'acquisizione di Epic.

Fonte: zdnet

Illustrazione: Getty Images