Come scegliere un powerbank che non prenderà polvere nel tuo armadio

Di: Expert | 01.11.2021, 13:28
Come scegliere un powerbank che non prenderà polvere nel tuo armadio

L'uomo prudente non esce di casa senza un power bank, anche se ne ha ancora un paio a casa. È ora di ammetterlo: le batterie esterne sono beni di consumo, perché vengono perse, rotte, date a un amico "da indossare" (e restituite non più spesso di una penna o un accendino in prestito, cioè quasi mai). Inoltre, è un regalo universale per amici, colleghi e compagni di classe: tutti hanno bisogno di energia, sempre.

Con tutta l'apparente monotonia della gamma (beh, cosa, dicono, può sorprendere una batteria esterna?), oggi vediamo diversi e interessanti powerbank sul mercato. Qui hai colori brillanti e ricarica wireless, e tutti i tipi di fattori di forma. Sì, e in termini di capacità di archiviazione ha una gamma considerevole - anche se per il telefono "per un po'", anche se per il computer portatile "fino alla gola". Abbiamo comunque scelto per voi una lista ottimale di modelli per tutte le occasioni, e faremo del nostro meglio per tenerla aggiornata.

Contenuti:

Best Power Banks:

Cosa cercare quando si sceglie una batteria portatile

Capacità della batteria esterna

Questa è una metrica fondamentale per qualsiasi powerbank. Misurato in milliampere moltiplicato per un'ora (mAh o semplicemente mAh). In termini semplici, è la quantità di energia che il caricatore stesso è in grado di immagazzinare. Nota: accumulare - ma non trasmettere. Perché quando si trasferisce dalla batteria allo smartphone, una parte dell'energia andrà a tutti i tipi di cose parassite, una parte sarà persa e trasformata in calore, ecc. Ricordate che sempre circa il 30 - 40% dell'energia dichiarata sull'etichetta del powerbank andrà sprecato. Quindi se, per esempio, hai comprato una batteria esterna da 10000 mAh, e hai bisogno di 2500 mAh per caricare completamente il tuo smartphone, non significa che sarai in grado di caricarlo completamente 4 volte. Dio non voglia che esca il 3 (convenzionalmente la perdita sarebbe del 25%, che è una previsione troppo ottimista).

Ma in generale, se hai bisogno del powerbank solo per il telefono "supporto pantaloni", quei 10000 mAh saranno sufficienti per i tuoi occhi. Se, d'altra parte, hai intenzione di caricare più di uno smartphone su base regolare, o, inoltre, un computer portatile, vai per 20.000-30000 mAh.

E poi non dimentichiamo che maggiore è la capacità della tua batteria esterna, maggiori sono le sue dimensioni e il suo peso. Ognuno cerca il proprio compromesso.

Corrente di uscita

La capacità del Powerbank non è l'unico parametro chiave, anche la corrente di uscita è importante. Se la capacità determina quanti gadget possono caricare una batteria esterna, la corrente di uscita determina quanto velocemente questi gadget saranno caricati. Naturalmente, più alto è il valore di questo parametro, più veloce sarà il processo di ricarica.

A proposito, dal corso di fisica del liceo, ricordate che nei circuiti paralleli le correnti si sommano. Pertanto, se diversi dispositivi sono collegati al PowerBank allo stesso tempo, la corrente tra di loro viene distribuita e ogni dispositivo riceve una corrente inferiore alla corrente nominale totale scritta nelle istruzioni del caricatore. Di conseguenza, questi dispositivi impiegheranno più tempo a caricarsi rispetto a quando si collega un dispositivo alla volta.

Di solito ogni porta ha una corrente massima che può erogare. Se questa corrente è inferiore alla corrente di alimentazione richiesta dal tuo gadget, il processo di ricarica sarà piuttosto lento. Se la corrente di uscita del power bank è superiore a quella richiesta dal tuo gadget, non c'è problema: gli smartphone hanno un sistema di protezione e un controller che limita la corrente di carica. Così non ci sarà nessun surriscaldamento o corto circuito. Conclusione: qualsiasi power bank può caricare qualsiasi gadget - se solo i connettori si adattano (o gli adattatori sono tutti sistemati). Con una batteria portatile, che ha una corrente di uscita più alta, caricherai i tuoi gadget più velocemente, ma questo modello costerà un po' di più. Oh, e sì, ci sono powerbank con capacità di ricarica veloce sul mercato. Nelle specifiche, il produttore di solito specifica gli standard supportati: Quick Charge 3.0 (QC 3.0), Huawei SuperCharge, Power Delivery (PD) e altri.

Come si collega un powerbank?

Prima di tutto, la batteria portatile stessa ha bisogno di essere ricaricata prima o poi. Per fare questo, avrà necessariamente un connettore di ingresso (più spesso microUSB). Un cavo di ricarica per il powerbank viene fornito con esso.

E ciò che ha bisogno di particolare attenzione è il numero di porte di uscita (per fortuna, non sei proprio un tonto, e si spera che non ti confonda con l'ingresso). Quando si dispone di più di 1 porta, è una buona idea essere in grado di caricare più gadget allo stesso tempo. Basta assicurarsi che i connettori di queste porte (sia USV o il più moderno USB Type-C) si adattino al cavo di alimentazione del tuo smartphone. Oh, e a proposito, i cavi di uscita inclusi con i powerbank sono raramente venduti - si dovrebbe usare il cavo nativo del telefono. Se qualcosa non corrisponde, dovrai comprare un adattatore. Anche se, ci sono offerte particolarmente buone anche con adattatori, come Xiaomi Mi Power Bank 3.

Di nuovo, più porte di uscita sono meglio è, ma la batteria sarà più costosa. 

Alcuni modelli di powerbank (così come alcuni modelli di smartphone) supportano la tecnologia di ricarica wireless. Se entrambi sono soddisfatti, potete cavarvela anche senza cavo.

quale batteria esterna scegliere

Quanto tempo ci vuole per caricare un powerbank?

Oltre all'uscita di corrente delle batterie portatili, c'è un altro parametro importante: la corrente di ingresso. Determina quanto velocemente la batteria stessa si caricherà dalla rete. Questo è di solito una frazione del tasso al quale un power bank carica un telefono. I moderni caricatori esterni sono in grado di caricare completamente in 30 minuti e, per esempio, in 5 minuti di accumulare tanta energia quanta ne basta per caricare uno smartphone medio.

Basta che l'etichetta sia giusta. A volte, i venditori presentano i fatti splendidamente e scrivono sulla confezione di un power bank 5 minuti di carica. Questa promessa ha bisogno di un disclaimer. Questo significa che il powerbank non si carica fino alla gola in 5 minuti. Non caricherà il tuo telefono in 5 minuti. Il modo per capirlo è che in 5 minuti questa batteria accumulerà abbastanza carica per ricaricare il tuo smartphone. Un'altra caratteristica utile è la ricarica end-to-end, dove il power bank stesso è collegato e può anche alimentare altri dispositivi.

Un esempio di powerbank con alta capacità ma con ricarica veloce - ZMI 10 QB820.

La velocità con cui il Powerbank carica i tuoi gadget non è in alcun modo legata alla velocità con cui si carica dalla rete (ricorda le correnti di ingresso e di uscita).

Quale Powerbank dovrei prendere?

Una batteria portatile può avere una custodia in plastica o in metallo. Il primo costa meno e il secondo pesa di più. Il secondo è più affidabile, soprattutto se lo fai cadere. Se fai cadere spesso il tuo dispositivo, scegli un modello con protezione antiurto. Meglio ancora, scegliete un modello che sia anche resistente alla polvere e all'umidità.

Alcuni modelli hanno un pannello solare sull'involucro, e quindi è possibile ricaricare parzialmente la batteria esterna solo dal sole durante il giorno. È sia ecologico che economico. Ci potrebbe anche essere un bel display o un indicatore di carica sulla custodia - per rendere più facile la navigazione tra "più" e "già". Come per Xiaomi, come per Samsung di solito usano quattro LED.

Quindi, amici, concludiamo la teoria e passiamo agli esempi concreti.

Xiaomi Mi Power Bank 3 (PLM12ZM)

Abbiamo messo il numero di modello tra parentesi per un motivo. Xiaomi ha diverse versioni da 10.000mAh del Mi Power Bank 3, e solo questo ha un connettore USB Type-C che può funzionare sia in entrata che in uscita. Come risultato, otteniamo il supporto per due standard popolari: Quick Charge 3.0 (su USB) e Power Delivery (USB-C). Entrambi possono ottenere fino a 18W, con fino a 5V / 3A quando due dispositivi sono collegati allo stesso tempo. Un'altra porta, questa volta Micro USB, è necessaria per ricaricare il caricatore. L'utente non ha bisogno di portare due cavi - il cavo viene fornito con un adattatore da Micro USB a USB Type-C. Il design è mantenuto il più semplice possibile, Xiaomi ha utilizzato un alloggiamento in alluminio fin dalla prima generazione di batterie mobili, i modelli di oggi sono semplicemente diventati un po' più sottili.

Samsung 10000 mAh 25W

I produttori di smartphone spesso sviluppano la propria tecnologia di ricarica veloce, e questo è qualcosa da considerare quando si sceglie una batteria portatile. Samsung ha deciso di renderlo facile per gli utenti e ha lanciato un accessorio di marca sotto forma di una barra di metallo che supporta Power Delivery 3 e Super Fast Charge. Quando viene caricato tramite USB Type-C, il powerbank fornisce fino a 25W di potenza - proprio quello che serve per le ammiraglie del produttore. I valori massimi sono raggiunti quando solo questa porta è occupata. La seconda uscita USB d'altra parte permette di caricare i dispositivi con Quick Charge 2.0 (fino a 18W). La capacità della batteria è di 10.000mAh e il livello di carica attuale è indicato da un semplice indicatore LED.

Xiaomi Redmi Fast Charge Power Bank

Non molto tempo fa Xiaomi ha lanciato la serie Redmi di banche di potere economico per coloro che vogliono economico e acido. Il Redmi Fast Charge Power Bank da 20.000mAh supporta la ricarica veloce e permette di collegare due dispositivi contemporaneamente. Ma non tutti insieme. Dalle specifiche del modello, sappiamo che la ricarica rapida funziona solo quando si usa una porta USB. Se li usi entrambi, la corrente di uscita massima è di 3,6A a 5V. I connettori Micro USB e USB-C funzionano solo per l'ingresso. Gli svantaggi includono il grande peso (420 grammi - non male anche tenendo conto della capacità). Inoltre, a giudicare dalle recensioni degli utenti, la custodia in plastica bianca raccoglie graffi come una calamita e perde rapidamente il suo aspetto commerciabile. Tuttavia, una versione nera sta già iniziando ad apparire nei negozi.

Xiaomi Mi Wireless Power Bank essenziale 10000 mAh

Di fronte a noi con un modello di media capacità con il suo chip - ricarica wireless standard Qi (fino a 10 watt). La batteria esterna manterrà il tuo telefono in funzione per giorni. E due dispositivi possono essere caricati simultaneamente, uno tramite l'uscita USB e l'altro in modalità wireless mettendolo sul pad del fulmine. La custodia è in plastica, ci sono varianti bianche e nere. Xiaomi non tradisce la tradizione, quattro LED bianchi sono responsabili dell'indicatore di carica. Un altro indicatore blu si attiva durante la ricarica Qi. La porta USB Type-C è usata esclusivamente per caricare il powerbank, con un adattatore adatto ci vogliono circa 4 ore.

Anker PowerCore II 6700

Il Powerbank combina una dimensione compatta con una capacità sufficiente per caricare completamente uno smartphone (con alcune eccezioni). Misurando 96,5x43,2x22,9mm, la batteria può essere portata ovunque senza il peso di 130 grammi. Ci sono 6.700mAh per tutto, con un anello a sei LED per visualizzare la carica attuale. È solo un peccato che l'Anker PowerCore II non conosca l'esistenza della tecnologia di ricarica veloce. C'è solo una porta PowerIQ con uscite standard 5V/2A, così come un jack di ingresso Micro USB. Per alcuni, questo sarà un serio argomento contro l'acquisto. Ma se hai solo bisogno di una piccola batteria per ricaricare il tuo smartphone in situazioni di emergenza, perché no.

realme 10 000mAh Dart Charge 30W

La novità di realme sarà anche di interesse per gli utenti di smartphone Oppo e OnePlus, perché i caricatori rapidi di marca sono basati sulla stessa tecnologia. Cambia solo il nome: Dart Charge, VOOC o Warp Charge. In questo caso, stiamo parlando della versione standard con una potenza di uscita di 30 watt, anche se per i modelli passati può essere limitata a venti watt. Per comodità, lasceremo la tabella esplicativa dal sito del produttore:

Il Powerbank ha due porte: una USB-A full-size e una USB-C simmetrica. La ricarica veloce realme funziona su entrambi, anche la compatibilità con Quick Charge e Power Delivery è dichiarata. La capacità è di 10.000mAh e la cassa ha una struttura in fibra di carbonio. Il modello è disponibile in giallo brillante con scritte realme nere o in una versione nera più tranquilla con un logo giallo.

Canyon TPBP10W

Il powerbank è progettato per gli utenti di dispositivi Apple, come suggerito dalla porta Lightning per la ricarica tramite un cavo da iPhone e iPad. Bisogna sbarazzarsi dei fili extra con tutti i mezzi, ma nel caso in cui Canyon TPBP10W ha lasciato il secondo jack di ingresso Micro USB. Per caricare altri gadget c'è una singola uscita USB con i soliti 5V/2A. Senza Power Delivery, l'iPhone 12 Pro Max non può essere ricaricato rapidamente, ma la batteria Canyon è più che sufficiente per altri iPhone compatti.

ZMI 10 QB820

Per quanto lo ZMI 10 sia noioso all'esterno, è altrettanto interessante all'interno. Cominciamo almeno con la porta USB Type-C, che fornisce fino a 40W di potenza di carica. Il Powerbank può fungere da alimentatore per i computer portatili abilitati a Power Delivery. Inoltre, con un doppio tocco del pulsante di accensione, QB820 si trasforma in un hub USB e permette di collegare un dispositivo esterno (flash drive USB, mouse, tastiera) al computer. Nascoste sotto l'involucro di metallo ci sono sei celle 18650 con una capacità totale di 20.000 mAh.

ZMI 10 è anche dotato di due porte USB con supporto Quick Charge 3.0. Tuttavia, per la ricarica simultanea di due o tre dispositivi, QC3.0 (o Power Delivery) sarà disponibile solo sull'uscita USB-C. Per gli altri due, la tensione è impostata a 5V. Il produttore non ha dimenticato una modalità separata per i gadget a bassa corrente.

70mai Jump Starter

E questo dispositivo per gli appassionati di auto è sia un avviatore che un powerbank 11100 mAh. Cioè, farà rivivere non solo il vostro telefono, ma anche l'auto con una batteria morta. In grado di sopportare fino a 600A di carico di picco, permette di avviare l'auto anche a temperature gelide, anche con una batteria scarica. La capacità nominale di questo caricatore è sufficiente per un massimo di 40 avviamenti di un motore a benzina da 3 litri. Così come abbastanza per caricare completamente uno smartphone scarico. Dispone di ingresso USB e USB Type-C, più una torcia luminosa con strobo e modalità SOS. E tutto questo splendore splendidamente confezionato in un sacchetto grigio.

Anker PowerCore+ 26800

E infine, un altro "powerbank adulto" con 26 800 mAh. Questa è la capacità massima che permette di trasportare la batteria nell'aereo senza alcuna restrizione. L'Anker PowerCore+ ha tre uscite USB, una delle quali supporta la tecnologia Quick Charge 3.0. Le altre due forniscono fino a 3A, e se si usano diverse porte, la corrente di uscita totale può arrivare fino a 6A. Da questo possiamo concludere che il modello è progettato principalmente per caricare gadget mobili. Per connettersi a un computer portatile richiede uno standard Power Delivery più veloce, come il già citato ZMI 10.

La batteria è racchiusa in una cassa di metallo con dimensioni di 180x80x24 mm. Pesa 580 grammi, ma avrete bisogno di caricarlo meno spesso (a proposito, attraverso la porta Micro USB).

Per chi vuole saperne di più:

  • Valutazione dei frigoriferi per la vita: sia sostanziosi che umili
  • Le migliori lavatrici da quelle che costano un centesimo
  • I migliori robot aspirapolvere
  • 10 distributori di sapone liquido: decenti, carini e igienici
  • 10 gadget più venduti su AliExpress
  • La battaglia con il raccolto: scegliere un essiccatore di frutta e verdura