La Cina sostiene di avere un computer quantistico un milione di volte più potente di Google

Di: Yuriy Stanislavskiy | 28.10.2021, 18:40
La Cina sostiene di avere un computer quantistico un milione di volte più potente di Google

I ricercatori della University of Science and Technology in Cina hanno recentemente pubblicato un documento in cui affermano di aver creato un computer quantistico che è un milione di volte più veloce della macchina Sycamore di Google.

Secondo un rapporto del Global Times, il sistema cinese è "10 milioni di volte più veloce del supercomputer più veloce finora, e la sua complessità computazionale è più di 1 milione di volte quella del processore Sycamore di Google".

Cosa si sa?

I ricercatori hanno costruito un computer quantistico di 66 cubiti. Utilizzando due diversi paradigmi tecnologici, fotonico e superconduttore, sono stati in grado di eseguire alcuni algoritmi su una scala che sarebbe presumibilmente troppo complessa per un computer classico.

In confronto, il sistema Sycamore di Google è un sistema di 53 cubi e, secondo il team di ricerca cinese, può utilizzare solo il paradigma superconduttore.

È reale?

Il fisico quantistico Barry Sanders, direttore del Quantum Science and Technology Institute dell'Università di Calgary, sembra al settimo cielo.

Nel suo articolo per la rivista APS Physics, scrive:

Due importanti risultati ottenuti dal gruppo ... fanno avanzare il calcolo quantistico sperimentale a problemi di dimensioni molto più grandi, rendendo molto più difficile trovare algoritmi classici e computer classici che possano tenere il passo con i tempi. Questi risultati ci danno ancora più credito all'affermazione che abbiamo davvero raggiunto l'età dell'eccellenza del calcolo quantistico.

Ma è davvero così? I tipi di algoritmi che vengono eseguiti non sono particolarmente utili nella vita quotidiana al di fuori del laboratorio di ricerca. In effetti, sono problemi matematici giganti che possono essere resi esponenzialmente più complessi. Secondo un articolo di ricercatori cinesi, i loro sistemi hanno raggiunto il primato in base alle stime che possono eseguire algoritmi in pochi minuti, cosa che i supercomputer più veloci del mondo richiederebbero 10.000 anni per fare.

Un cucchiaio di catrame

La "superiorità quantitativa" è un termine inventato senza alcuna base reale. Non abbiamo raggiunto il punto in cui il mondo ha dichiarato un vicolo cieco per l'informatica classica, né abbiamo esaurito la nostra capacità collettiva di sintonizzare, modificare e ottimizzare gli algoritmi. Questo significa che chiunque affermi di poter eseguire un algoritmo che un sistema classico impiegherebbe 10.000 anni a fare in pochi secondi, di solito sta iperbolizzando i suoi calcoli teorici.

Ma a parte le pretese di superiorità quantistica, questo è uno studio incredibile. Questo lavoro rappresenta quasi certamente un importante passo avanti nel calcolo quantistico. E quando la polvere si poserà, sarà interessante vedere cosa farà la squadra dopo.

Fonte: aps.orgaps.org 2thenextweb

Illustrazione: Chao-Yang Lu/University of Science and Technology of China