I dirigenti di Amazon India devono rispondere di accuse in relazione alla vendita di marijuana. Sì, vendendo tramite Amazon

Di: Yuriy Stanislavskiy | 24.11.2021, 18:02
I dirigenti di Amazon India devono rispondere di accuse in relazione alla vendita di marijuana. Sì, vendendo tramite Amazon

La polizia nello stato centrale del Madhya Pradesh ha arrestato due uomini la scorsa settimana con l'accusa di aver venduto 20 kg di marijuana, che è stata contrabbandata in altri stati indiani. La polizia ha detto che gli uomini stavano vendendo cannabis su Amazon con il pretesto di vendere foglie di stevia, un dolcificante naturale.

Secondo Messaggio Reuters, Amazon ha confermato di aver collaborato e fornito tutte le informazioni necessarie alle forze dell'ordine. L'azienda ha inoltre dichiarato di non tollerare né tollerare in alcun modo il posizionamento di annunci pubblicitari o la vendita di prodotti illegali e adotta misure rigorose nei confronti dei venditori che violano questa politica.

La polizia di stato indiana ha affermato che i dirigenti di Amazon India sono stati incriminati ai sensi della legge sui narcotici e le sostanze psicotrope.

Allo stesso tempo, secondo Messaggio La BBC, il braccio indiano di Amazon, ha smentito le notizie secondo cui i dirigenti dell'azienda sono stati incriminati dopo che due uomini avrebbero usato il sito web per vendere cannabis. Amazon India Seller Services è stato infatti nominato dalla polizia in relazione a un caso nello stato centrale del Madhya Pradesh, ma nessuna accusa sarebbe stata presentata mentre il caso era oggetto di indagine da parte delle autorità.

Una fonte: reutersbbc