Recensione Mercusys MR50G: il router che stai cercando

Di: Nickolay Polovinkin | 25.11.2021, 10:33
Recensione Mercusys MR50G: il router che stai cercando

Come persona che utilizza da molto tempo un router di classe AC1900 nella vita di tutti i giorni, posso dire che le velocità di questo standard sono sufficienti nella maggior parte dei casi. Se il tuo vecchio router si è guastato e desideri trovare rapidamente il sostituto più conveniente, il candidato Mercusys MR50G per questo ruolo è abbastanza adatto. Ma se hai requisiti speciali per la funzionalità, dovrebbe servire molti client cablati o dispositivi moderni con Wi-Fi 6, quindi cerca qualcosa di una classe superiore. I concorrenti più vicini in termini di livello sono Tenda AC19 e TP-Link Archer C80, entrambi hanno più porte LAN, ma sono anche un po' più costosi.  

3 motivi per acquistare Mercusys MR50G:

  • velocità wireless decente;
  • porte Gigabit Ethernet;
  • comodo pannello di controllo adattato per smartphone.

3 motivi per non acquistare il Mercusys MR50G:

  • è necessario connettere più di due client cablati senza hub;
  • stai pianificando un upgrade al Wi-Fi 6 e stai cercando un router di questo particolare standard;
  • hai requisiti speciali di velocità o funzionalità.

Mentre alcuni stanno inseguendo le ultime tecnologie, altri hanno bisogno di Internet wireless per lavorare a casa. Più di recente, abbiamo fatto conoscenza con Mercusys MR70X, il router Wi-Fi 6 più conveniente, e ora scendiamo di un livello. Dalla sesta versione, torniamo alla quinta, ma in termini di velocità, in teoria, aggiungiamo anche: da AX1800 a AC1900. E prendiamo il cartellino del prezzo più democratico: 899 grivna. Con questi ingressi, ottieni il Mercusys MR50G, il router gigabit AC1900 più conveniente sul mercato ucraino. Questo è un dispositivo di base, ovvero contiene il set minimo necessario di funzionalità che coprono le esigenze della maggior parte degli utenti ordinari. Sì, qualcuno sta già valutando esclusivamente modelli con Wi-Fi 6, qualcuno critica il supporto per le unità flash USB o l'aggregazione di porte LAN. Ma il compito "basta dare il file»Non è andato da nessuna parte ed è più comune di qualsiasi altro, e il Mercusys MR70X lo affronta perfettamente. 

Cosa c'è nella scatola?

Il set completo è normale per i prodotti Mercusys. La modesta scatola utilitaria contiene il router stesso con antenne non rimovibili, un alimentatore standard, un cavo Ethernet, istruzioni e una scheda di garanzia.

Recensione Mercusys MR50G: il router che stai cercando-2

Che cosa sembra?

Sembra insolito! Mercusys non ha paura di sperimentare il design dei suoi dispositivi. L'MR50G ricorda in qualche modo un insetto con sei lunghe zampe d'antenna. Questo effetto è ottenuto grazie alla forma esagonale dell'alloggiamento e alla disposizione laterale delle antenne. 

Recensione Mercusys MR50G: il router che stai cercando-3

La parte principale della superficie del case è in plastica opaca, ma sul pannello superiore risaltano le caratteristiche linee lucide. Il logo del produttore è discreto, anche lucido, accanto ad esso c'è un indicatore LED. Ce n'è solo uno qui, ed è meglio vederlo ad angolo retto, e se guardi ad angolo, potresti non notarlo. Nel complesso, il dispositivo sembra elegante e non economico. 

Non è presente il pannello frontale in senso tradizionale, la parte superiore si trova ad angolo rispetto alla base, è ben visibile lateralmente. Sulle parti laterali ci sono i supporti dell'antenna, due pezzi ciascuno. Le due antenne rimanenti sono fissate al pannello posteriore. Tra di loro c'è un connettore di alimentazione, un pulsante WPS (è anche responsabile del ripristino delle impostazioni di fabbrica) e tre porte RJ-45: una WAN e due LAN. Ogni porta di rete ha un piccolo LED di attività.

La parte inferiore è ricoperta da una griglia di ventilazione, qui puoi anche trovare un adesivo con i parametri di connessione al router. Non sono presenti speciali piedini antiscivolo, né sono presenti fori per il montaggio a parete. È un peccato, sarebbe un elemento di design high-tech chic, qualcosa come un trofeo dalla caccia agli insetti alieni.

Recensione Mercusys MR50G: il router che stai cercando-22

Come connettersi e configurare?

È facile da connettere, la procedura è tipica per la maggior parte dei router di questa classe. Dopo aver collegato un canale Internet esterno alla porta WAN, accendere il dispositivo e connettersi alla rete wireless di base, i cui parametri sono indicati sull'adesivo sulla custodia. Nella maggior parte dei casi, il router rileverà immediatamente la rete e inizierà a distribuire Internet, tuttavia, per fare tutto in modo intelligente, vai sul browser all'indirizzo http://mwlogin.net e segui i semplici passaggi suggeriti dalla procedura guidata di configurazione iniziale.

La procedura guidata ti chiederà di impostare una password per il pannello di controllo, selezionare un fuso orario e configurare il tipo di connessione. A seconda del paese selezionato, nell'elenco a discesa verrà visualizzato un elenco di provider popolari con impostazioni già pronte, ma è anche possibile selezionare manualmente il tipo di connessione. Nell'ultima fase, specifichiamo i nomi per i punti di accesso in ciascun intervallo, dopodiché salviamo le impostazioni. 

Cosa può fare?

Mercusys MR50G è progettato per distribuire Internet wireless in una rete domestica. Questo è il suo scopo principale, con un'enfasi sulla parola "wireless", perché ha solo due porte LAN. Da un lato, questo non è sufficiente rispetto alla maggior parte degli altri modelli sul mercato. D'altra parte, è improbabile che in molti appartamenti moderni ci siano più di due computer fissi che richiedono una connessione via cavo. Tuttavia, anche se lo sono, puoi utilizzare un hub aggiuntivo per il loro lavoro. Bene, se questa opzione non è adatta a causa dei requisiti di velocità, scusami, hai bisogno di un router di un livello completamente diverso e per soldi diversi. 

Recensione Mercusys MR50G: il router che stai cercando-39

Se scaviamo un po' più a fondo, possiamo vedere che il Mercusys MR50G supporta le tecnologie MU-MIMO per ottimizzare il funzionamento simultaneo con più dispositivi e il Beamforming per migliorare la copertura wireless in luoghi difficili da raggiungere. Esiste la possibilità di combinare entrambi i range di comunicazione sotto un unico nome (SSID) con un'unica password di accesso, questa funzione è chiamata SmartConnect. C'è il supporto per IPTV, VLAN e IPv6, il firewall più semplice e le funzioni di controllo genitori, ma non c'è la possibilità di creare un server VPN. Ma siamo già entrati nelle impostazioni, quindi esaminiamole più a fondo. 

Cosa c'è nel pannello di controllo?

Vi ricordo che il Mercusys MR50G è controllato esclusivamente tramite l'interfaccia web e solo dalla rete locale (anche se nelle impostazioni è possibile aprire una scappatoia per l'accesso esterno). I dispositivi di questo livello non si affidano ancora a nuove applicazioni mobili e funzioni di gestione del cloud, ma non hanno bisogno di registrarsi da nessuna parte, trovare una password locale e partire. L'interfaccia del pannello di controllo è ben adattata sia per i browser desktop che per quelli mobili, quindi è abbastanza comodo effettuare le impostazioni da uno smartphone, anche senza applicazioni.

Subito dopo aver effettuato il login (ricordiamo, dalla rete locale, il pannello di controllo è disponibile su mwlogin.net) ci viene mostrata la sezione "Schema di rete", dove è possibile vedere lo stato della connessione, gli stati delle interfacce cablate e wireless e un elenco di dispositivi client connessi. Da qui, puoi attivare o disattivare il segnale wireless con un clic e separatamente in ciascuna delle gamme, oppure puoi "bannare" rapidamente uno dei client connessi. Tutto è a portata di mano, però, non ci sono grafici di carico di CPU e memoria, come nei router più avanzati.

Le impostazioni di base continuano nelle sezioni "Internet" e "Modalità wireless", dove è possibile modificare il tipo di connessione, l'indirizzo MAC del router, i nomi e le password per le reti wireless. Esiste una funzione della rete ospite, il nome e la password per essa sono impostati separatamente e anche per ciascuno degli intervalli. E le portate della rete principale possono essere combinate sotto un unico nome abilitando la funzione SmartConnect.

La sezione "Impostazioni aggiuntive" è tradizionalmente la più grande, con molte sottosezioni. Quindi, "Installazione rapida" duplica le funzionalità della procedura guidata di configurazione iniziale del router, "Modalità di lavoro" consente di passare dalla modalità del router a un semplice punto di accesso, ma "Rete", a sua volta, contiene diverse voci di menu nidificate. In essi vediamo le impostazioni IP, DNS e MAC già note, oltre a quelle più dettagliate: NAT, negoziazione della velocità della porta, IPTV / VLAN, DHCP, DDNS e impostazioni di routing statico.

Le impostazioni "Modalità wireless" duplicano in parte quelle già viste nell'omonima sezione di livello superiore, ma qui possiamo specificare ulteriormente il canale, la sua larghezza e la potenza del trasmettitore. MU-MIMO è abilitato per impostazione predefinita. È possibile configurare la pianificazione per il funzionamento delle reti wireless, abilitare WPS, Airtime Fairness e una serie di altri parametri. Le impostazioni di rete specifiche continuano nella sezione "NAT forwarding", dove è possibile specificare i parametri di port forwarding e trigger, abilitare o disabilitare UPnP e DMZ. 

"Controllo dei genitori" funziona come segue. Creiamo un profilo utente, selezioniamo dall'elenco dei dispositivi collegati al router quelli che gli appartengono, quindi selezioniamo le restrizioni che verranno applicate a questo utente. Il sistema supporta sia il filtraggio degli indirizzi che la cronologia dell'utilizzo di Internet.

Andando oltre nel menu del pannello di controllo, è possibile trovare l'abilitazione QoS, le impostazioni del firewall, gli elenchi dei dispositivi in bianco e nero, l'interfaccia di associazione degli indirizzi IP e MAC e le impostazioni del gateway a livello di applicazione. Per IPv6 è possibile scegliere la modalità: router o bridge.

Tutte le funzioni di servizio sono collocate nella sezione "Sistema". Da qui viene aggiornato il firmware del router (purtroppo solo da un file locale non vengono forniti aggiornamenti via etere), viene eseguito il backup e il ripristino delle impostazioni. È possibile modificare la password dell'amministratore, selezionare i dispositivi da cui è consentito accedere o abilitare la possibilità di controllare da remoto tramite Internet. C'è un registro degli eventi di sistema, utilità di diagnostica ping e traceroute, riavvio del router (istantaneamente o in base a una pianificazione personalizzata), nonché impostazioni dell'indicatore LED (può essere spento automaticamente a un'ora specificata del giorno).

Cosa c'è con la velocità?

Quindi, questo è il nostro router standard AC1900, il che significa che le sue velocità massime possibili in due bande (rispettivamente 5 e 2,4 GHz) dovrebbero essere proprio questo valore, ovvero 1300 + 600 = 1900. Inoltre abbiamo porte Gigabit Ethernet, quindi la velocità per l'uso domestico dovrebbe essere sufficiente. Stranamente, non ci sono state lamentele da parte degli utenti che hanno richiesto le velocità di rete "di gioco" durante il test del router, ma consiglierei comunque ai giocatori più accaniti di cercare soluzioni più specializzate. Le velocità medie nelle misurazioni di prova non raggiungono i massimi, ovviamente, ma sono state registrate anche in condizioni tutt'altro che ideali. Nel benchmark mobile WiFi Speed Test Pro, la velocità media reale nella banda a 5 GHz raggiunge i 700 Mbps e a 2,4 GHz tende a 100 Mbps. Questo è circa il 10-15% più lento del Mercusys MR70X che abbiamo testato in precedenza, ma questa differenza si osserva solo sui dispositivi con Wi-Fi 6. Sui client più vecchi, la differenza di velocità tra MR50G e MR70X rientra nell'errore di misurazione.

Tre cose da sapere sul Mercusys MR50G:

  • Questo è uno dei router AC1900 più convenienti;
  • Sembra interessante ed è abbastanza veloce al lavoro;
  • Ha sei antenne, ma solo due porte LAN. 

Per chi vuole saperne di più

  • Recensione Mercusys MR70X: il router Wi-Fi 6 Gigabit più conveniente
  • Recensione del router Wi-Fi Mercusys AC12G: gigabit a prezzi accessibili
  • Recensione Mercusys MW301R: cosa può fare un moderno router da $ 12
  • Recensione TP-Link Archer AX73: router Wi-Fi 6 gigabit per la casa intelligente
  • Recensione TP-Link Archer AX6000: router di fascia alta con supporto per Wi-Fi 6
  • Recensione TP-Link Archer AX11000: un router "grow" con supporto Wi-Fi 6